‘Giovane e triste’ è il nuovo singolo di Nashley, un brano che unisce sonorità urban e pop su un tappeto sonoro minimale, dove l’artista si sente intrappolato in una disperazione che lo porterà ad avvicinarsi alla figura fragile di Kurt Cobain, in una vita di successo che però non riesce a colmare il vuoto che sente dentro.

“Stavo seduto sul mio posto nel solito treno Vicenza-Milano  -spiega Nashley- e mi sono imbattuto in un documentario su Kurt Cobain. Conoscevo già abbastanza bene la storia e la musica dei Nirvana, ma qualcosa dentro di me si è mosso improvvisamente. Mi hanno colpito molto le parole che diceva Kurt Cobain, le frasi che scriveva, i sentimenti che provava. In alcune cose mi ci ritrovavo molto. Qualche minuto dopo ho scritto quello che è un po’ lo slogan del pezzo ‘Morirò giovane e triste come Kurt Cobain, vorrei imparare a cadere un po’ come le stelle’, il resto si è praticamente scritto da solo. In fondo tutti i giovani sono un po’ tristi, no?”.

Nashley Rodeghiero, in arte Nashley, nasce nel 2000 in provincia di Vicenza. Coltiva la passione per la scrittura cimentandosi in poesie fin da piccolo, per poi dedicarsi alla stesura di rime, strofe e ritornelli. Ama il rap perché “descrive i pensieri di noi giovani che passiamo la maggior parte della giornata per strada”. Pubblica i primi brani nel 2015/2016 riscuotendo un discreto successo, e facendosi notare dalle prime realtà discografiche. Con il compagno di crew MamboLosco, nel 2017, pubblica i brani ‘Come se fosse normale’, ‘Me lo sento’ e ‘Piano Piano Way’. Ad Ottobre 2018 esordisce con l’album ‘Real’ che vede tra gli ospiti artisti del calibro di MamboLosco e Guè Pequeno. Ad inizio 2019 pubblica il nuovo singolo ‘Cenere’ e ‘Quanto freddo fa’ in collaborazione con Giaime e nel 2020 pubblica l’Ep ‘Ancora in piedi’.

Photo credit: Antonio Mercurio