Si intitola ‘Tropicale’ il nuovo brano di Azzurra (Azzurra Sorgentone), un brano immerso in un sound neo-soul. Il titolo da una parte fa riferimento ad una pioggia intensa sotto alla quale siamo impotenti come di fronte ad un forte dolore; dall’altra parte, indica anche un sole equatoriale che scalda anche le ferite più profonde. Così come un temporale non può essere fermato, la sofferenza non va evitata. Non vale la pena lottare contro una tempesta di emozioni, ma ha senso trovare riparo in se stessi e prendersi cura delle proprie ferite.

“‘Tropicale’ -spiega Azzurra- è un’operazione a cuore aperto: trasformare in musica un momento di buio mi ha aiutato a riscoprire me stessa. Infatti, anche se parlo di dolore, sono un’ottimista di natura e inconsciamente ho aggiunto una nota positiva alla fine del brano. Anche se non è facile accettare la fine, credo che ogni viaggio si chiuda perché è arrivato il momento del capolinea, anche se in quel momento ci rifiutiamo di vederlo. Come dico nel bridge -aggiunge- non mi vergogno delle lacrime perché vuol dire che ho dato rispetto e importanza al tempo passato insieme. Tutti noi abbiamo una ferita da custodire -conclude- e, per quanto ci abbia fatto male, è anche la nostra prova di forza e resilienza”.

Il videoclip ufficiale del brano è stato diretto da Ivano Colombo. La sequenza di immagini parte con una triste chiamata e si conclude con una partenza: nel mezzo vi è tutto il processo di guarigione. Si alternano, infatti, scene più introspettive e malinconiche e immagini di libertà e riscatto.