Tornare sul palco dell’Ariston al Festival di Sanremo, per Francesco Renga significa soprattutto un segnale di speranza, di ripartenza. In gara con il brano ‘Quando trovo te’ (Sony Music), Renga spiega che tornare in questo momento al Festival “non ha mai avuto per me un significato più profondo: non è solo la gioia di tornare su quel palcoscenico, in quel contesto così importante per la musica e per il mio lavoro. Questa volta significa ricominciare finalmente a farlo, il mio lavoro. Significa ripartire insieme con tutto il Paese. Sanremo -sottolinea- diventa così il simbolo stesso di una ripartenza del mondo dello spettacolo e un segnale di speranza: la speranza che questo incubo possa finire il prima possibile”.

 ‘Quando trovo te’, scritto dallo stesso Francesco Renga insieme a Roberto Casalino e Dario Faini, esplora il concetto di ‘oblio salvifico’: dimenticare come forma di protezione e come riparo da una vita che spesso ci costringe alla fretta. Il brano racconta del momento in cui quel ricordo felice che ognuno tiene nascosto in fondo al proprio cuore come un prezioso tesoro, al riparo dal casino della quotidianità, all’improvviso riaffiora potente nelle nostre esistenze, restituendo loro un senso più profondo e aprendoci gli occhi su una realtà che è migliore di quello che pensiamo.

Dopo Sanremo, Francesco si prepara a tornare live da maggio con ‘Insieme tour’. Queste la date al momento confermate: il 14 maggio al Teatro Colosseo di Torino, il 16 maggio al Teatro degli Arcimboldi di Milano, il 17 maggio all’Europauditorium di Bologna, il 21 maggio al Teatro Dis_Play di Brescia, il 24 maggio al Teatro Team di Bari, il 26 maggio al Teatro Augusteo di Napoli, il 28 maggio al Teatro Brancaccio di Roma, il 30 maggio al Teatro Verdi di Firenze.

I biglietti sono disponibili in prevendita su Ticketone e nei punti vendita abituali (Per info: www.friendsandpartners.it).

 

Photo credit: Tony Thorimbert