‘Scrollo’ è il primo singolo di Supernino (all’anagrafe Davide Sgro), supereroe con pochi poteri, in uscita per Sony Music Italy. Supernino è un’insegna al neon alla fine del prossimo secolo. Un anti-eroe contraddittorio, un paradosso temporale.  Nella vita si occupa di intelligenza artificiale, e fuori dall’ufficio vive per una musica che per lui è una sorta di proiezione tridimensionale della vita, da guardare attraverso apposite lenti. E lo fa con un QI drasticamente sopra la media, cercando di differenziarsi dal fratello gemello laureato in medicina in una forma di arte che preveda aghi ma solo quando si parla di giradischi.

É Super, ma è soprattutto Nino, per tutti. Un giovane ragazzo con il sogno della musica, che in ‘Scrollo’ racconta un amore finito, che si può rivivere solo scrollando i ricordi sui social, dove le foto assumono quella forma di costante presente anche quando sono ormai un malinconico passato. E proprio quando smetti di scrollare le foto e pensi di essere finalmente solo, ti riappare sui social il favoloso ‘ricordo del 2019′ dove tu e lei eravate abbracciati in un angolo di cielo. Ed è li, che Supernino tira fuori il suo potere di restare in piedi, seppur sentendosi un po’ sfigato.

Davide Sgro, classe 1994, è un cantautore torinese. Inizia ad avvicinarsi alla scrittura da bambino, inventando filastrocche con lo scopo di infastidire suo fratello gemello. All’età di tredici anni dice basta alla tastiera giocattolo e, ormai adolescente, riesce ad accedere alla classe di organo presso il Conservatorio di Torino, dove ha l’opportunità di studiare pianoforte e composizione.

Dopo aver militato in diverse band, pubblica ‘Telodirò’, il primo singolo da solista sotto lo pseudonimo di Supernino. Il progetto è un tuffo nel futuro, gli strumenti acustici vengono sostituiti da quelli virtuali e la scrittura diviene più frenetica e attuale: sono proprio i testi delle nuove canzoni, ironici e fuori dagli schemi, a diventare il cavallo di Troia prediletto dall’autore per insinuarsi nella scena musicale italiana. ‘Eday EP’ è il precedente disco d’esordio prodotto dai ragazzi di ROL Produzioni, i quali hanno avuto un ruolo fondamentale nella definizione del sound elettronico che oggi contraddistingue il progetto. L’EP, pubblicato in modo indipendente, riesce ad attirare l’attenzione degli addetti ai lavori, tanto da portare l’artista a firmare, pochi anni dopo, un contratto discografico con Sony Music per la pubblicazione del suo nuovo disco in uscita quest’anno.