(di Daniele Rossignoli) Un disco di melodie, pianoforti ed elettronica, è questa l’anima di ‘Facile’, nuovo album solista di Davide ‘Boosta’ Dileo (tastierista e co-fondatore dei Subsonica), che uscirà domani in formato CD, Vinile e su tutte le piattaforme digitali (Warner Music Italy). Come mai un disco, solista e strumentale proprio in questo momento? “Nel dramma di questa pandemia -spiega Dileo nel corso di una videoconferenza per la presentazione dell’album- mi si è aperta questa finestra, la possibilità di fare della musica esclusivamente strumentale, genere che mi ha sempre appassionato. Quando è iniziato il lockdown -ricorda- con i Subsonica eravamo lì lì per salire su un palco, poi tutto si è fermato e siccome l’unica cosa che so fare è fare musica, ho preso la palla al balzo per lavorare ad un progetto che non finirà con questo disco ma che proseguirà in futuro”.

“Continuo a credere che la musica sia magica: se fai delle canzoni hai la necessità di osservare tutto quello che ti sta attorno, perché  i testi si riferiscono a qualcosa che vedi e che senti, Il desiderio di fare musica strumentale nasce invece dall’esigenza di voler semplicemente suonare, con l’unico fine di fare qualcosa che ti faccia veramente bene. Più passano gli anni -sottolinea- è più sento la necessità di cercare di emozionarmi da solo. Più passa il tempo e più mi accorgo che non vedo l’ora di suonare qualcosa che mi piacerebbe ascoltare. Non vuol dire essere presuntuoso -tiene a precisare- però sono convinto che più onesti siamo e più si ha la possibilità che gli altri si affezionino a quello che fai”.

“Mi sono un po’ stufato di fare una cosa nell’ottica che deve piacere agli altri  -spiega ancora Dileo- voglio fare un disco di cui essere fiero, fiero di poterlo proporre. La musica è uno strumento di vita, l’importante è quello che diventa per le persone che la ascoltano”. Quanto ai titoli dei brani che compongono l’album “per un disco strumentale sono la lirica, sono i testi. Sono le uniche parole che potevo mettere ed era come mettere la firma sotto un mio quadro”.

Figlio delle influenze sonore che hanno ispirato Boosta, ‘Facile’ è stato composto, arrangiato e suonato interamente da Davide Dileo e contiene al suo interno 12 composizioni inedite nate dall’unione di melodie, pianoforti ed elettronica. “Ho immaginato e scritto la colonna sonora del silenzio di chi ascolta questo disco – racconta Boosta –come se fosse un film senza immagini, nel quale ognuno è libero di usare le proprie. Perché la musica è, per definizione, uno strumento. Amplifica, allena, attutisce, protegge e cura. Se è vero che tutto ha un suono, questo è il suono del mio silenzio. Credo che il silenzio sia uno spazio sacro e fondamentale per qualunque cosa: per l’ascolto innanzitutto degli altri ma anche di te stesso. Il silenzio è fondamentale, ne ho bisogno e nel silenzio -conclude- mi sento molto a mio agio”

 

Queste la tracklist di ‘Facile’:

  1. Fiducia
  2. Lacrime di San Lorenzo
  3. Nella nebbia per mano
  4. Diva
  5. Sulle dita
  6. La danza delle api
  7. Una vecchia mappa
  8. Nello spazio abbracciati
  9. Autoritratto
  10. Amore per le geometrie
  11. Daimon
  12. Istruzioni per un abbandono