‘Silent heroes’ è il nuovo singolo di Beppe Cunico sdedicato al disastro di Černobyl, incidente nucleare avvenuto in Unione Sovietica nel 1986, e a quei “600.000 uomini e donne russi, bielorussi ed ucraini che si sono sacrificati per salvare il mondo. Ho scritto prima le parole e poi le ho musicate -spiega il cantautore- subito dopo aver visto l’ultima puntata della serie ‘Chernobyl’ che mi ha fatto riflettere su come le persone semplici e oneste possano essere così altruiste e coraggiose”.

Il singolo anticipa l’album d’esordio da cantautore ‘Passion, Love, Hearth & Soul’. “Ho iniziato a comporre i brani del disco nell’estate del 2017 ed è stata una continua evoluzione: mentre imparavo a mettere le mani sulla chitarra, programmavo le ritmiche, sfruttando tutto il mio istinto da batterista. L’influenza anni ‘70 di band come Pink Floyd e Genesis, con l’aggiunta di U2, Cure e Police, ma soprattutto quella più forte e recente di Steven Wilson, è molto evidente nel mio disco. Questo infatti vuole essere un album tributo ai miei eroi, a quelle fonti d’ispirazione che hanno accompagnato la mia vita”.