Romanesco, napoletano, inglese. Con tre differenti inflessioni si può pronunciare ‘Core’, il nuovo singolo del progetto artistico Marcondiro, in uscita per l’etichetta Parodoi e disponibile su tutte le piattaforme digitali. In occasione della Giornata Mondiale per la lotta alla desertificazione, la band guidata da Marco Borrelli canta il sentimento che attecchisce nel cuore elettronico di due robot primitivi, intelligenze artificiali in fuga dal laboratorio per vivere una storia d’amore in libertà. Nella rumorosa società dell’Evo-Mediatico, dove ci si conosce pur senza conoscersi veramente, intrappolati nella rete della rete, potrebbe mai accadere che degli umanoidi si innamorino? ‘Core’ è la risposta in stile cantautorale a questo interrogativo: una canzone delicata, che scava nelle fragilità umane e restituisce un immaginario dolce e vivacissimo, giocoso e raffinato, dell’amore.

“Un’estate di qualche anno fa, mentre viaggiavo in direzione mare -racconta Marco Borrelli- mi sono ritrovato a canticchiare queste parole: ‘mi ami o non mi ami, ora tienimi tra le tue mani morbide’ come se in quel momento, davanti a quel meraviglioso sole di inizio stagione, la cosa più importante fosse essere amati. Così, tra le dune della spiaggia del Circeo, che a tratti sembrava un deserto vicino alla città, senza telefono cellulare ma con una chitarra, ascoltando solo il mio battito, è nata ‘Core'”.