L’Atelier Teatro Danza di Belluno non ha potuto organizzare il consueto appuntamento di fine anno scolastico che si sarebbe dovuto svolgere al Teatro Comunale a causa dell’emergenza Covid-19 ed è così che il saggio di danza 2020 di Atelier Teatro Danza è diventato un saggio virtuale, con 51 ballerini coinvolti nella realizzazione a distanza della coreografia (a cura di Marianna Batelli e Chiara Casella) e delle proprie improvvisazioni, ispirate al periodo di chiusura forzata in casa e al desiderio di uscire e liberarsi attraverso la danza. La coreografia è realizzata su ‘Epica Omerica’, il terzo singolo estratto dal disco ‘Superspleen vol.1’ dei Non voglio che Clara, pubblicato a fine febbraio per Dischi Sotterranei (distr. Audioglobe).
Concepiti in un tempo in cui il lockdown era solo una eventualità da romanzo distopico, in tempo di distanziamento sociale i versi di ‘Epica Omerica’ assumono un nuovo significato, come svelato dagli allievi di Atelier Teatro Danza. “Se questo mondo ci chiudesse fuori/ci inventeremmo nuove soluzioni” cantano i Non voglio che Clara ed è qui che anche le più piccole stanze diventano palcoscenico.