Questa settimana allo Spirit de Milan

Last Updated: 30 Gennaio 2024By Tags:

MilanoMusicaNews

Questa settimana allo Spirit de Milan, ecco i prossimi appuntamenti:

Martedì 9 gennaio

Alle 22.00 – CA.BAR.ET BOH VISA: torna il cabaret con Rafael Didoni, Folco Orselli, Germano Lanzoni e Flavio Pirini, che allo Spirit de Milan hanno trovato casa. Musica, risate ed emozioni assicurate con ospiti a sorpresa da non perdere. Il cabaret va in onda anche sullo SpiritoPhono tutti i martedì alle 19:30

Mercoledì 10 gennaio

Alle 22.00 – PERCHÉ CI VUOLE ORECCHIO – OPEN MIC: il palco dello Spirit si apre a tutti (cantanti e musicisti amatoriali e non) per esibirsi con il proprio strumento musicale su uno o due brani a scelta. Per partecipare, bisogna prenotarsi QUI

Giovedì 11 gennaio:

Alle 22.00 – BARBERA & CHAMPAGNE con THE CADREGAS. Il loro repertorio sconfina dai più antichi stornelli milanesi di fine ‘800 e le goliardiche canzoni da osteria dei primi del ‘900. Fino ad arrivare a Cochi e Renato, Strehler, Enzo Jannacci e Dario Fo, con alcuni sconfinamenti regionali.

Venerdì 12 gennaio:

Alle 22.30 – BANDIERA GIALLA con PULSATION Progetto musicale Disco Funk anni 70-80 nato nel 2015 a Milano. A seguire Dj Set con i 45 giri in vinile di Mariano Rano Dj. Biglietto di ingresso 20€ con un drink incluso per chi viene dopocena (15 euro per i soci Spirit de Milan Aps 2024). 15€ con un drink incluso per chi fa aperitivo (10 euro per i soci Spirit de Milan Aps 2024), 7€ per chi viene a cena.

Sabato 13 gennaio:

Alle 22.30 – HOLY SWING NIGHT. Nuova attesissima serata all’insegna dello swing allo Spirit de Milan! Biglietto di ingresso 7€ per chi cena o fa aperitivo. 15€ con consumazione per chi viene dopocena (12€ per i soci Spirit de Milan Aps 2024).

Domenica 14 gennaio:

Alle 22.00 – concerto di GIANCARLO COVA JAZZ 4TET. Il repertorio del quartetto passa da brani storici come “Do nothin’ till you hear from me” di Billy Holiday e “Since a fell for you” di Dinah Washington. Rivisita brani come “Don’t let le sun” cantata da Ray Charles fino a versioni interpretate da artiste contemporanee come “I forgive you”, “You don’t know what love is”, “This Masquerade”.