Spegni la radio
Non lo vedi che la sera è già qui
Coi denti d’avorio
Ancora un’altra notte intera, un’altra notte volta via
Coi sogni miei
È quello che vorrei

Sì, ma quanto ti odio
Quando ti rivesti e vai via
E mi lasci come l’aglio nell’olio
Come il terzo sul podio
Che tristezza, mamma mia

Che c’è, che vuoi?
Che giri il mondo intero
Però non parti mai

Ad essere sincero, sai

È pieno di luna
E tutta la città
Regala sogni a chi di sogni non ne ha
E senza paura
Ti giuro che mi va
Di uscire fuori e non pensare a tutto il male
Che mi fa
C’ho un amico che lo sa

Lo so che sembro troppo formale
Uso le virgole su WhatsApp
Perché non è che sia preso male
Nah, però che palle ‘sta velocità
Cosa ti costa quel piccolo gesto
Può cambiare il senso, almeno un suo lo fa
Vogliamo tutti risparmiare tempo
E poi con questo tempo in più cosa si fa? Bah
Noi lo sprechiamo e ci sentiamo falliti
Eppure questa volta qua ci siamo capiti
Io verserò altro alcool sulle mie cicatrici
Ma tutti i vaffanculo un po’ mi sono serviti
Ho fatto passi avanti, non dico giganti
Non so neanche quanti, non li conto mai
Poi mi ha detto un saggio:
“Spesso conta il viaggio più di dove vai”

Ad essere sincero, sai

È pieno di luna
E tutta la città
Regala sogni a chi di sogni non ne ha
E senza paura
Ti giuro che mi va
Di uscire fuori e non pensare a tutto il male
Che mi fa
C’ho un amico che lo sa

È pieno di luna
E tutta la città
Regala sogni a chi di sogni non ne ha
E senza paura
Ti giuro che mi va
Di uscire fuori e non pensare a tutto il male
Che mi fa
C’ho un amico che lo sa
C’ho un amico che lo sa