Tu lo sa sai La gelosia come ci fotte
E dove vai? Come ti bruci questa notte?
Io non ho più l’età per restare fuori da un locale
Sai che non amo mai e se amo è un odio materiale
Dove vai? (Dove vai?) La gelosia come mi fotte

Ah, Milano che brutto cielo

Che fai, respiri davvero?
Dio lo sai che non ci credo

E poi ci siamo lasciati, fottuti e rivisti
E poi ci siamo baciati nei posti più tristi
Ho ancora addosso il tuo sapore
Mi lasci sempre un buon sapore

Mi lasci sempre un buon
Mi lasci sempre un buon

Tu sei la sorgente, il mio sogno ricorrente
vedi oltre l’orizzonte della mente
nei paesaggi tropicali
tra le dune e i deserti
nei tuoi immensi rompicapi
Ti lancerai, come in cielo un deltaplano
Mi lascerai. dentro al becca di un pellicano

Nelle pupille papille gustative
tu sei come un fiore, tu sei la mia fine
quando mangio bevo sento solo il tuo sapore, sai
e non si leva col sapone, mai

Fa scintille ciò che voglio dire
ma sono parole, ma sono precise
lasciami addosso il sapore come le commesse
del reparto profumi della Rinascente

[Pre-Ritornello: Fedez]
A Milano che brutto cielo
Che fai, respiri davvero?
Dio lo sa che non ci credo
E poi ci siamo lasciati, fottuti e rivisti
E poi ci siamo baciati nei posti più tristi
Io ho ancora addosso il tuo sapore
Mi lasci sempre un buon sapore