Natalia Moskal e Renato Carosone: la cantautrice di origine polacca ripropone il classico del cantautore, pianista, direttore d’orchestra e compositore napoletano, ‘Tu vuo’ fa’ l’americano’ (Fame Art/Agora Digital Music), il nuovo singolo estratto dall’ultimo album ‘There is a star’, in rotazione radiofonica e disponibile in digitale da lunedì 1 febbraio.

“‘Tu vuo’ fa’ l’americano’, una bellissima canzone – racconta Natalia Moskal – scritta nel 1956 da Salerno e Carosone. È una canzone italiana molto popolare, famosa in tutto il mondo, che ho deciso di reinterpretare a modo mio. Ero un po’ preoccupata perché canto parti in lingua napoletana e si può sicuramente sentire il mio accento polacco, ma spero sinceramente di non offendere nessuno. Questa canzone proviene da un grande film italiano chiamatoLa baia di Napoli’ di Melville Shavelson. È uno dei miei film preferiti di tutti i tempi. Abbiamo aggiunto un tocco americano alla canzone, il produttore dell’album ha suonato il contrabbasso che ti fa sentire come se in qualche modo avessi viaggiato indietro nel tempo e ti trovassi in uno speakeasy americano negli anni ’20”.

Questa la tracklist dell’album: ‘I Wanna a Guy’ (A. Trovajoli, D. Verde, A. Fango), ‘Zoo be zoo be zoo’ (B. Shepherd, A. Tew), ‘Mambo Italiano’ (B. Merrill, F. Lainem W. S. Fischer), ‘Felicità’ (N. Oliviero, V. De Crescenzo), ‘Soldi, soldi, soldi’ (P. Garinei, S. Giovannini, G. Kramer), ‘Perché domani’ (A. Amurri, L. Luttazzi), Bready, ‘Tu vuo’ fa’ l’americano’ (N. Salerno, R. Carosone), ‘Donne-moi ma chance’ (B. Bacharach, H. David, A. Salvet),Guarda la luna’ (M. Yeston), ‘There is a star’ (B. Bergman, A. Trovajoli, C. Pes), ‘Anyone’ (B. Bergman, A. Trovajoli, C. Pes), ‘Almost in your Arms’ (J. Livingston, R. Evans), ‘The secrets of Rome’ (J. Barry), ‘S’agapo’ (T. Morakis, J. Fermanegiou).