9 ore’ è il titolo del nuovo singolo del cantautore romano Giampietro Pica in arte Gimbo, disponibile in tutte le piattaforme digitali. Il brano è una ballad intimista dove gli elementi del cantautorato più classico come voce e chitarra acustica, si sposano con il piano e le tastiere di Francesco Bellani che dialogano con la chitarra elettrica di Rastablanco.

La voce e il respiro enfatizzano l’atmosfera del tutto personale creata dall’artista, che già dal titolo vuole esprimere lo spirito di tutta la canzone: ‘9 ore’, infatti, è il tempo di visibilità della Luna dalla Terra il giorno esatto dell’anno in cui nasce, questa scelta quindi richiama gli affetti che iniziano col primo respiro e durano poi per tutta la vita. ‘9 ore’ diventa così il pensiero di una sera, poche parole per una lettera sospesa prima di essere spedita.

“Quando ho scritto questo brano -commenta l’artista- ero nel pieno dell’ascolto dei Pink Floyd, e mandavo a ripetizione quella ballad monumentale che è ‘Mother’. C’era appena stata la mostra a loro dedicata che avevo visitato con Rastablanco ed in quell’occasione gli avevo parlato di una mia nuova canzone. Così ci siamo ritrovati in studio a registrarla e ogni nota era un’esclamazione ‘Hey you’, i nostri piccoli pezzi di vita, delusioni e speranze, si stavano facendo sentire”.

Il singolo anticipa il primo album di Gimbo, ‘Come l’uomo della Luna’, in uscita il prossimo 26 febbraio.