‘Giulia Mangione: The Fall’ protagonista in Triennale

Last Updated: 4 Febbraio 2024By Tags: ,

Milano

Giulia Mangione: The Fall‘ protagonista in Triennale. Dal 17 gennaio all’18 febbraio 2024, l’istituzione milanese ospita la mostra curata da Ilaria Campioli e Daniele De Luigi.

The Fall è vincitore dell’edizione 2023 del Giovane Fotografia Italiana | Premio Luigi Ghirri. Questa la motivazione: “per la solidità della ricerca, per la qualità fotografica del lavoro, e per aver indagato il tema dell’appartenenza in relazione al sentimento della fine”. A conferirlo nel maggio scorso una giuria composta da Lorenza Bravetta (curatrice fotografia, cinema e new media Triennale Milano), Paola Di Bello (artista), Francesca Lazzarini (curatrice indipendente), Adele Ghirri (Eredi Luigi Ghirri) e Walter Guadagnini (direzione Fotografia Europea). Il premio prevedeva, oltre a 4000 €, anche l’opportunità di presentare una mostra personale negli spazi di Triennale Milano. Si tratta di una tra le più più importanti partnership avviate da Giovane Fotografia Italiana, progetto del Comune di Reggio Emilia dedicato alla scoperta e valorizzazione di talenti emergenti della fotografia in Italia.

‘Giulia Mangione: The Fall’ protagonista in Triennale. Ph. Gianluca Di Ioia

IL VIAGGIO FOTOGRAFICO DI GIULIA MAGIONE

Giulia Mangione: The Fall’ riflette sull’appartenenza e la preparazione della società all’Apocalisse, agli eventi catastrofici. Da La Palma alle Isole Canarie agli Stati Uniti e all’isola di Patmos, l’artista documenta oltre 8000 chilometri di viaggio. Un percorso alla ricerca di survivalisti, preppers e persone che abitano nei bunker. Ogni visita è documentata da una serie di ritratti fotografici accompagnati da un racconto costruito con interviste, registrazioni sul campo, appunti

INFORMAZIONI SULL’ARTISTA

Giulia Mangione è nata a Firenze nel 1987. Oggi vive e lavora a Oslo, utilizzando fotografia, video e scrittura per esplorare il concetto di identità e appartenenza. Dopo un master in letteratura presso la Goldsmiths University di Londra, Magione ha conseguito un master in Fine Arts alla Art Academy di Bergen e un diploma in Advanced Visual Storytelling alla Danish School of Media and Journalism di Århus. Il suo libro Halfway Mountain (Journal, 2018) è stato selezionato per il Prix du Livre a Les Rencontres d’Arles e nominato per il MACK First Book Award. Ha esposto il suo lavoro in musei e gallerie, fra cui International Center of Photography di New York, Musée de l’Élysée di Losanna, Foto-Forum di Bolzano, Fotogalleriet di Oslo e Bergen Kunsthall.

LA MOSTRA

Giulia Mangione. The Fall.
Giovane Fotografia Italiana | Premio Luigi Ghirri 2023
A cura di: Ilaria Campioli e Daniele De Luigi
17 gennaio – 18 febbraio 2024
Ingresso libero