C’è una festa di compleanno molto particolare che da dieci anni, ogni 13 gennaio, anima le vie del Rione Monti di Roma: è la festa spontanea per la nascita di Ettore Petrolini. Davanti all’uscio della casa di Petrolini in via Baccina 32, con qualunque tempo, un nutrito manipolo di attori, musicisti, saltimbanchi, appassionati e passanti incuriositi, si ritroverà ancora una volta unito dall’amore per Petrolini e per ciò che rappresenta portando omaggi artistici al ‘nascituro’ che quest’anno avrà sulla torta 139 candeline insieme a vino, porchetta e gli immancabili salamini petroliniani.

“Chiunque è invitato a portare il proprio omaggio. Strumenti musicali, pièce teatrali, canzoni, repertorio petroliniano ma non solo: è un compleanno, non un funerale quindi saranno graditi contributi originali a testimoniare che l’ispirazione petroliniana è viva”. Questo l’invito di Mirko Dettori, Sior Mirkaccio della Conventicola degli Ultramoderni ideatore della Festa che negli anni ha trovato il sostegno e la partecipazione della famiglia Petrolini e la collaborazione del Salone Margherita che presta la sagoma lignea che fu fatta fare da Pingitore e sfilerà per le vie del Rione.

Tantissimi personaggi dello spettacolo che partecipano: tra loro insieme a Sior Mirkaccio, ideatore del compleanno, sono disponibili ad essere intervistati il nipote Franco Petrolini, Dario Salvatori, Carlotta Proietti, Greg e Max Paiella. Come ogni anno verranno distribuite tra i partecipanti delle spille commemorative realizzate dall’artista Alberto Guerri in una delle più sorprendenti feste dell’anno dove non mancheranno sorprese e tanta creatività quella stessa che lo stesso Petrolini sapeva mettere nei suoi spettacoli ricchi di grande suggestione e fascino, da vero visionario e precursore di qualunque tempo.