Torna anche quest’anno, da giovedì 3 a domenica 6 novembre il ‘Festival della Peste!’, l’appuntamento annuale promosso dalla Fondazione Il Lazzaretto. Al centro della quinta edizione, la relazione tra ‘Ragione e Sentimento’ – tema guida del Lazzaretto per il biennio 2022-2023 – che sarà indagata attraverso quattro giorni di spettacoli, concerti, workshop e laboratori aperti al pubblico. Cristina Nuñez, Camilla Barbarito, Jacopo Jenna, Rachele Maistrello, Vittorio Cosma, Caroline Baglioni e Michelangelo Bellani, Nicoletta Cinotti saranno i protagonisti di questa nuova edizione del Festival che presenta una serie di lavori, frutto di un percorso partecipativo condotto dal team creativo del Lazzaretto grazie agli incontri realizzati all’interno del ciclo dei salotti: luogo fisico, oltre che simbolico, attraverso il quale la Fondazione ha sviluppato in questi anni network e nuove collaborazioni. Nel corso del 2022 sono stati ospiti dei Salotti diversi artisti, curatori, filosofi, scienziati, ai quali è stato chiesto di lasciare domande, spunti, bibliografie, tracce sonore sul tema.

Ad inaugurare il Festival della Peste! 2022 sarà il concerto ‘Meglio stasera che domani o mai. Musiche da film in 12  nuances  sentimentali’ della milanese Camilla Barbarito che torna anche quest’anno sul palco del Lazzaretto insieme a un inedito quintetto di musicisti per presentare il suo nuovissimo progetto, interamente dedicato alle colonne sonore. Spazio anche ai più piccoli con ‘Désir Mimétique’, un laboratorio di danza dedicato ai bambini dai 7 ai 10 anni, nuovo progetto del coreografo e performer italiano Jacopo Jenna – tra i nomi di spicco della sua generazione – che vuole porre l’attenzione sulla percezione di alcuni elementi legati alla danza contemporanea partendo dal concetto di imitazione, come elemento basilare della trasmissione culturale.