‘Ozutochi’ è il 5° album in studio della superstar latina Ozuna, che si compone di 18 brani, ricco di collaborazioni con artisti di fama internazionale che spaziano tra diversi generi, tra cui la musica latina, l’urban e il pop. Uno dei temi centrali di ‘Ozutochi’ è l’amore di cui si parla in ‘Mar Chiquita’, realizzato insieme al cantautore Pedro Capó, che inserisce nella canzone i ritmi tipici della sua terra nativa, il Porto Rico, e in ‘Un Reel’, il duetto con la cantante argentina Tini, che si caratterizza per una melodia dal ritmo sensuale su cui le voci dei due artisti si fondono perfettamente. Anche in ‘Hey Mor’, che vede la partecipazione del cantautore colombiano Feid, in ‘Vida’ e in ‘Te Pienso’ vengono raccontate storie d’amore. L’atmosfera festiva si respira in canzoni come ‘La Copa’, l’ultimo singolo di successo che vanta più di 5 milioni di stream e 24 milioni di visualizzazioni su YouTube, accompagnato da un videoclip girato a Madrid, in cui la superstar mondiale punta sull’unione di testi divertenti con i forti ritmi pop-rock latini.

A cavalcare l’onda festosa c’è ‘Kotodama’, il brano apre l’album. Il duetto con la cantautrice dominicana Omega, ‘Un Lío’, si caratterizza per una base merengue/techno. Anche ‘Perreo y Dembow’ con El Cherry si contraddistingue per il suo mix di dembow e reggaetón combinati alla techno, mentre ‘Cielo Rosado’, la traccia che chiude il disco, si ispira a una serie di brani in cui i ritmi urban latini si fondono con il merengue, il pop, la disco, la techno e il folklore delle sue origini portoricane.

‘Mañana’ poi è una canzone molto orecchiabile in cui maggiormente si avverte la firma di Ozuna grazie al particolare ritmo e al testo in cui l’artista canta a una donna a cui è stato spezzato il cuore ma che ora si gode a pieno la vita. ‘El Cel’, il brano di punta dell’album, innalza ancor di più il genere latino-urban di Ozuna grazie alla collaborazione con le superstar Chencho Corleone, Arcángel, J Balvin e Randy. ‘Ozutochi’ vede anche la partecipazione di Danny Ocean in ‘4:22’, di Nesi in ‘La Suzi’ e di Tokischa, Louchie Lou e Michi One in ‘Somos Iguales’, il primo singolo estratto dall’album che vanta oltre 25 milioni di visualizzazioni.