La galleria Antonia Jannone Disegni di Architettura di corso Garibaldi, a Milano, presenta per la prima volta il lavoro di Beppe Caturegli e Giovannella Formica: ‘Senselessness’, una serie di ricami geometrici realizzati partendo da disegni abbozzati a computer, meticolosamente riportati a punto piatto su tela bianca con fili di cotone colorato. In mostra una sequenza di quarantacinque ricami, due tappeti e un tavolino con scultura. Opere e arredi che documentano lo scorrere del tempo e la sua immaterialità, traducendo il tema dell’intreccio dallo schermo al telaio. Beppe Caturegli (1957) e Giovannella Formica (1957-2019) si sono formati nel clima culturale dell’Architettura Radicale a Firenze. Nel 1982 si trasferiscono a Milano per collaborare con Ettore Sottsass, il gruppo Memphis e la rivista Terrazzo. Aprono lo studio Caturegli Formica Architetti Associati nel 1987, iniziando un lavoro eterogeneo che spazia dall’architettura residenziale e commerciale al restauro, dagli interni all’arredamento, dalle lampade alle posate, dai dipinti alle ceramiche e ai video. Il loro lavoro è stato esposto in musei e gallerie internazionali, tra cui: Met (Metropolitan Museum of Art) Centre Pompidou, Deichtorhallen, Triennale Milano, Mino Ceramic Art Museum, Design Gallery, Nilufar Gallery, Assab One.