Congeniato come un’installazione globale, con il contributo di numerosi artisti e dei loro interventi dai molteplici linguaggi mediali e artistici, domenica 18 settembre, in Triennale Milano (Viale E. Alemagna, 6 Milano), verrà presentato al pubblico milanese ‘The Gathering’, il nuovo progetto musicale di Ferdinando Arnò, vincitore della Targa Tenco 2022 come ‘Miglior album collettivo’. Colonna sonora dell’evento sarà un flusso ininterrotto di performance spontanee non scandite da un timing prestabilito: “un’open setlist” regolata soltanto dall’intensità delle emozioni, dal sentire collettivo, dalla sintonia tra pubblico e artisti. Con un obiettivo ambizioso: coinvolgere nella grande orchestra di ‘The Gathering’ la comunità dei musicisti, milanesi e non, ciascuno con il proprio strumento, ed il pubblico nella sua eterogeneità, che da spettatore diventa attore di una festa della musica dove si dissolvono gioiosamente i confini tra pubblico e platea.

Sarà lo stesso Palazzo dell’Arte con la sua architettura ed i suoi spazi ad ispirare il paesaggio sonoro e le espressioni artistiche dell’evento. Che prenderanno forma con il contributo e la partecipazione di un ensemble eterogeneo di grandi artisti: da Melanie De Biasio (che durante ‘The Gathering’ presenterà il suo nuovo album) a Joan As Police Woman, il saxman Joseph Chinouriri, il percussionista Gabriel Jarrett, il busker Daniel Gonora, Lino Musella, Jacopo Benassi, Dante Lennon, il rapper Brother May, Jon Kenzie e IVI, Tricarico, Roberto Dell’Era e molti altri.

Credit Photo: Ray Tarantino