Milano, 28 luglio 2022 (IL MOHICANO-MM) – È Beatrice Venezi la protagonista del nuovo ciclo di ‘Vite-L’arte del possibile‘, in onda su Sky TG24 giovedi 28 luglio alle 20:45. La direttrice d’orchestra si racconta con Giuseppe De Bellis nella sua Lucca, tra ricordi, incontri ed influenze che hanno segnato la sua ascesa nel panorama musicale. “Dall’ascolto parte tutto. Ci si presenta davanti a delle persone non solo come direttori d’orchestra, ma anche nella propria umanità” spiegandoci come la forza della musica possa essere sia un ponte tra le persone che un linguaggio ricco di mistero. “Il cercare tutte le volte un nuovo significato tra le note è quello che faccio ogni volta, e tutte le volte devo dire che mi sorprendono, perché si scopre sempre un livello ancora più profondo di lettura”. Le donne, tra le figure più significative per la sua formazione, a partire dalla madre “un esempio di donna forte e appassionata di cultura che mi ha sicuramente influenzata positivamente”, fino ad un’insegnate di letteratura inglese nel liceo cittadino. “Era una donna bellissima, colta, preparata, pronta a dare il massimo per i suoi allievi, senza alcun tipo di pregiudizio, sempre con un elevato spirito critico”. Figure che hanno ispirato e guidato la sua crescita umana e professionale. “Lo stesso spirito critico, spirito libero, lo ritrovo anche in mia madre. Sono sicuramente figure che mi hanno dato molto”. La storia di Beatrice Venezi è quella di una giovane donna che, nonostante si sia già affermata tra i grandi direttori d’orchestra, non ha smesso di sognare e divulgare il suo amore per la musica. “Spero di poter lasciare il segno in qualche modo nella cultura del nostro paese, nel regalare la possibilità di apprezzare la musica classica”.

Curato e realizzato dal direttore di Sky TG24 Giuseppe De Bellis, “Vite– L’arte del possibile” è un ciclo di dieci interviste dedicate al successo e alla capacità di raggiungerlo. Un ritratto professionale e personale di grandi italiani che si sono distinti nel proprio campo: dall’industria al cinema, dalla scienza allo stile fino all’arte e alla letteratura, divenendo noti in tutto il mondo.