Martedì 26 toccherà a Pino Daniele. A ricordarlo il figlio Alessandro, che con il padre ha lavorato moltissimo nel corso degli anni e cura le riedizioni del catalogo musicale del grande artista napoletano. Al termine della conversazione, Fabrizio Bosso alla tromba e Julian Oliver Mazzariello al pianoforte ripercorrono le diverse traiettorie musicali di Daniele, per ricavarne della musica che alla fine è figlia della loro creatività, cercando di restituire quindi un ritratto inedito del cantautore, puntato soprattutto sulla musica. Il giorno successivo, il 27 luglio, per la serata dedicata a Franco Battiato, il racconto è lasciato alle parole di Giovanni Caccamo, cantautore che ha iniziato la sua avventura nel mondo della musica proprio grazie ai suoi stimoli, e Giovanni Canitano, fotografo, amico di Battiato, che condivide col pubblico momenti importanti  del loro rapporto personale e artistico. Al termine, Maria Pia De Vito ripropone non solo alcune delle canzoni più belle del repertorio di Battiato, ma anche brani “inattesi”.