Universal Music Group (UMG) ha siglato un accordo tra i figli di Frank Zappa, Moon, Dweezil, Ahmet e Diva (lo Zappa Trust) per acquisire la proprietà del repertorio artistico di Frank Zappa: le registrazioni, il catalogo editoriale, l’archivio cinematografico e il contenuto completo degli archivi musicali, il mitico ‘The Vault’, il magazzino che ospita tutto il suo lavoro. Il contenuto abbraccia l’intera carriera quarantennale del leggendario musicista, acclamato compositore, virtuoso chitarrista ed attivista americano.

Con l’acquisizione, che include inoltre l’uso del nome Frank Zappa, Universal Music Enterprises (UMe), label catalogica globale di Universal Music Group (UMG), e Universal Music Publishing Group (UMPG), principale editore musicale dell’azienda, lavoreranno con lo Zappa Trust per sostenere e diffondere sempre di più la carriera di Frank Zappa come pioniere, musicista e artista senza barriere che ha sfidato la musica e la cultura con la sua visione non convenzionale e senza compromessi.

In base al nuovo accordo, UMPG acquisisce il catalogo editoriale completo di Zappa, con composizioni come ‘Watermelon In Easter Hay’, ‘Cosmik Debris’, ‘Peaches En Regalia’, ‘Uncle Remus’, ‘Joe’s Garage’ e centinaia di altri.

“Dieci anni fa -commenta lo Zappa Trust- nostra madre Gail ha collaborato con UMe per portare la musica di Frank Zappa nell’era digitale e aiutare a espandere la conoscenza delle sue composizioni in tutto il mondo, avviando una proficua collaborazione che ha portato a una crescita esponenziale. Insieme nell’ultimo decennio abbiamo reso disponibile il vasto catalogo di musica di Frank per lo streaming e il download, ristampato in vinile molti dei suoi album fondamentali, creato una serie di entusiasmanti pubblicazioni d’archivio e ampi cofanetti, inclusa una serie che celebra i leggendari concerti di Halloween di FZ, e siamo stati nominati al Grammy per l’album orchestrale 200 Motels (The Suites). Universal Music Group ha ampiamente dimostrato la propria passione per l’arte di Frank e così l’intera famiglia Zappa – Moon, Dweezil, Ahmet e Diva – è entusiasta di passare il testimone ai nuovi amministratori di tutto ciò che riguarda Frank Zappa. I vecchi e i nuovi fan otterranno più di ciò che vogliono: più musica di Frank Zappa per gli anni a venire. Frank ha pubblicato il suo primo album per la Verve Records nel 1966 con l’album di debutto di The Mothers Of Invention, Freak Out!, quindi questo è il momento di chiusura del cerchio più di cinque decenni dopo e sappiamo che la sua musica e la sua eredità saranno nelle migliori mani possibili per le generazioni a venire”.

Secondo il presidente e CEO di UMe Bruce Resnikoff: “è stato un privilegio lavorare con la famiglia Zappa per pubblicare la musica di Frank Zappa in tutto il mondo, far crescere il suo pubblico e proteggere la sua eredità negli ultimi dieci anni. Zappa è stato un artista pionieristico e visionario che ha creato un incredibile corpus di opere e siamo incredibilmente orgogliosi che prima Gail, e ora i suoi figli, ci abbiano affidato la sua importante eredità. Continueremo a sviluppare modi innovativi per celebrare il suo vasto catalogo sia per i fan di lunga data che per coloro che stanno appena scoprendo il suo genio. Essendo un artista prolifico molto in anticipo sui tempi, Frank Zappa creava e registrava costantemente e ha lasciato uno straordinario tesoro di musica e immagini ancora inediti nel suo Vault che ci aiuterà a inaugurare la prossima era dei fan di Frank Zappa”.

Per Marc Cimino, Chief Operating Officer di Universal Music Publishing Group, Frank Zappa è stata “una voce potente nella musica e nella cultura, uno degli artisti più brillanti del suo tempo. Siamo onorati di accogliere l’influente catalogo di canzoni di Zappa e che la sua proprietà abbia scelto UMG per sostenere la sua abilità artistica e far crescere la sua immensa eredità in tutto il mondo”.

Negli ultimi dieci anni Zappa Trust e UMe, lavorando a stretto contatto, hanno rivitalizzato il catalogo di Frank attraverso pubblicazioni d’archivio, ristampe in vinile dei suoi classici album, iniziative in streaming e rendendo la sua musica disponibile in tutto il mondo più che mai prima d’ora. UMG ha visto ogni anno crescere costantemente l’ascolto della musica digitale di Zappa e recentemente gran parte del suo catalogo è stato reso disponibile per la prima volta in Hi-Res Audio per il download e lo streaming. Sulla scia degli sforzi di UMe e Zappa Trust e dell’acclamato documentario del 2020 di Alex Winter ‘Zappa’, di cui UMe ha fornito la colonna sonora, Zappa e la sua musica hanno conosciuto una ritrovata popolarità in continua a crescita quasi due decenni dopo la sua morte .

Nel 2012, Zappa Records e Zappa Trust – guidati da Gail Zappa – hanno reso disponibile per la prima volta in digitale l’intero catalogo di Zappa attraverso una partnership con UMe, con gran parte degli album rimasterizzati dalle fonti analogiche originali e gli album rimanenti ri-trasferiti dai nastri digitali originali per CD, streaming e download. Molti album sono stati anche rimasterizzati per la ristampa in vinile. Lo Zappa Trust ha stipulato inoltre un accordo con UMe per un accordo di licenza e distribuzione globale che ha visto l’uscita di 60 registrazioni di Zappa. Nel 2015 è stato raggiunto un accordo di licenza globale a lungo termine per l’intero catalogo registrato di Zappa, così come la partecipazione alla gestione dei diritti di Frank. La partnership si è trasformata in un’ampia licenza con Resnikoff e UMe con nuove versioni di prodotti, licenze di marchi, film e produzione teatrale.

Ad oggi sono 122 gli album ufficiali di Zappa e rappresentano solo una piccola parte delle registrazioni nell’ampio ed esaustivo Vault zappiano. Documentatore ossessivo, Frank ha praticamente registrato quasi tutte le session, le prove, le esibizioni dal vivo e persino le jam casuali in una varietà di formati audio e video. UMG prevede di immergersi nel Vault per nuovi progetti d’archivio per i decenni a venire. Inoltre, con il nome Zappa, UMG coinvolgerà fan esistenti e nuovo pubblico in tutto il mondo con merchandising, lungometraggi, esperienze interattive, token (NFT) e altri progetti Web3 di prossima generazione.

Zappa ha infranto norme e regole durante il suo percorso artistico e la sua influenza e la sua etica continuano a risuonare con forza oggi come non mai, dai suoi esordi nel rock psichedelico attraverso sua sperimentazione avanguardistica, sino alle esplorazioni jazz-rock, le suite sinfoniche e le sue innovazioni concettuali, compositive e tecnologiche. Tra l’altro, nel 1990, Frank è stato nominato dal presidente Vaclav Havel, Ambasciatore Speciale in Occidente per il Commercio, la Cultura e il Turismo della Cecoslovacchia.

Nella sua carriera incredibilmente prolifica, Zappa ha pubblicato in vita più di 60 album come artista solista e con le sue band, The Mothers of Invention e The Mothers. Dal debutto nel 1966 delle Mothers Of Invention con Freak Out!, uno dei primi album doppi rock, alla fusione jazz-rock di Hot Rats (1969), alla sperimentazione di Uncle Meat (1969) e della colonna sonora del film surreale del 1971, 200 Motels, alle composizioni orchestrali dei suoi ultimi anni; la sua inarrestabile spinta artistica lo ha portato in una vertiginosa serie di mondi musicali diversissimi.

Oltre a quegli album, alcuni dei molti momenti salienti della sua voluminosa discografia includono ‘We’re Only in it for the Money’ (1968), ‘Burnt Weeny Sandwich’ (1970), ‘Chunga’s Revenge’ (1970), ‘Apostrophe(‘)’ (1974), ‘Zoot Allures’ (1976), ‘Zappa In New York’ (1978), ‘Joe’s Garage’ (1979), ‘Sheik Yerbouti’ (1979), ‘Ship Arriving Too Late To Save A Drowning Witch’ (1982), ‘Jazz From Hell’ (1986) e l’ultimo album uscito ‘The Yellow Shark’ (1993).

Dopo la morte di Zappa nel 1993, ci sono state più di 60 pubblicazioni postume, a partire da ‘Civilization Phaze III’ del 1994 e dall’ultimo album di Zappa completato prima della sua morte, ‘Dance Me This’, pubblicato nel 2015 come il suo centesimo album, vari cofanetti di dischi per album come ‘200 Motels’, ‘Hot Rats’, ‘Orchestral Favorites’, ‘Zappa In New York’, oltre a edizioni super deluxe come i suoi leggendari concerti di Halloween o The Roxy Performances. Le pubblicazioni più recenti includono ‘Zappa ’88: The Last US Show’, ‘The Mothers 1971’, che celebra le formazioni di Zappa del 1971, e ‘Zappa/Erie’, raccolta di sei dischi che riunisce concerti inediti a Erie, Pennsylvania e dintorni tra il 1974 e il 1976.

Zappa, morto nel 1993 all’età di 52 anni, è stato inserito nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1995 e ha ricevuto il Grammy Award alla carriera della Recording Academy nel 1997.

Credit Photo: Apostropher Cover Foto