Ingrooves Music Group, attivo nella distribuzione, nel marketing e nella tecnologia musicale, ha annunciato la pubblicazione di un nuovo brevetto negli Stati Uniti relativo alle sue innovazioni nel marketing musicale. La nuova invenzione è la pietra miliare della soluzione pubblicitaria Smart Audience, che identifica segmenti di pubblico ad alto valore individuati mediante il loro comportamento di ascolto. Le campagne generate attraverso Smart Audience hanno portato a un aumento degli streaming a un tasso quasi doppio rispetto ai metodi tradizionali, che di solito si basano sull’identificazione dei fan attraverso il comportamento sui social media.

Questo secondo brevetto è stato rilasciato in particolare relativamente all’invenzione di un processo di intelligenza artificiale (AI), che identifica fasce di pubblico a valore aggiunto per una maggiore efficacia delle campagne di marketing e che si somma al precedente lavoro svolto da Ingrooves sull’analisi del comportamento di ascolto; la performance viene ora migliorata e consente una superiore probabilità di convertire il segmento di pubblico in fans di lungo periodo, grazie a un forte tasso di interazione tra l’utente e la musica dell’artista. L’approccio della nuova tecnologia è strettamente ‘privacy-first’, quindi, rispetta la riservatezza degli individui evitando di basarsi su informazioni personali identificabili e agendo in conformità con la normativa sulla privacy in ogni parte del mondo.

“Il mercato italiano della musica indipendente è fiorente e sono entusiasta di guidare Ingrooves nel nostro mercato e mettere a disposizione la nostra tecnologia di marketing pionieristica e brevettata. Ingrooves innova le tecnologie di marketing per consentire alle etichette di affrontare alcune delle maggiori sfide dell’industria musicale, ovvero far ascoltare la propria musica e far crescere e coinvolgere il pubblico.  Facciamo del nostro meglio per costituire un partner strategico  per le nostre etichette”, ha dichiarato Luca Sante, Country Manager di Ingrooves Music Group per l’Italia.

“Questo brevetto è un’altra pietra miliare significativa nel nostro sviluppo di soluzioni di marketing innovative che consentono alle etichette di essere più strategiche nel raggiungere il nuovo pubblico dello streaming con il miglior ROI”, ha dichiarato Bob Roback, CEO di Ingrooves Music Group. “Il nostro team di analisi dei dati e di intelligenza artificiale sta risolvendo i problemi di identificazione del pubblico di alto valore sui servizi di streaming, utilizzando metodi brevettati che preservano la privacy degli utenti e al tempo stesso offrono ai nostri partner delle etichette opportunità di azione per far crescere le fanbase dei loro artisti”.

SK Sharma, Chief Analytics & AI Officer di Ingrooves, ha commentato: “Abbiamo avuto la lungimiranza di investire tempestivamente nell’analisi prescrittiva e nell’IA, costruendo un team di livello mondiale che comprende come utilizzare metodi matematici, scientifici e analitici per interrogare enormi quantità di dati e tradurre i risultati più importanti in intuizioni attuabili”. I risultati sono stati ottenuti in anni di lavoro e ora siamo in grado di utilizzare queste intuizioni per inventare e potenziare le soluzioni più innovative disponibili per gli artisti di tutto il mondo”.

In linea con l’impegno di lunga data di Ingrooves per la privacy dei dati, i metodi si basano su dati di reporting aggregati che non contengono informazioni di identificazione personale, garantendo la piena conformità ai requisiti GDPR e CCPA.