‘Quarta rivoluzione industriale’  è il nuovo singolo estratto da ‘Amore e rivoluzione’, l’ultimo album degli Eugenio in via di Gioia. Il singolo vede la partecipazione di Elio sul finale del brano, dove interpreta il corrispettivo contemporaneo di quello che, negli anni Ottanta, era stato messo in scena da Paolo Villaggio attraverso la figura di Fantozzi: il lavoratore sottomesso, sfruttato e prigioniero (ma Fantozzi ai tempi una famiglia, una casa e un’auto di proprietà almeno l’aveva).

Il  singolo è accomapgnato da un video,  direto dallo stesso Eugenio, che vede la partecipazione straordinaria di Elio. Il video racconta la quarta rivoluzione industriale attraverso il suo linguaggio comunicativo per eccellenza: l’immagine. La storia lineare risulta lenta, una narrazione parallela è ridondante, il movimento è superfluo. Immagini evocative, catturate in scenari immobili o di semi-azione. Da un’idea semplice risulta complessa poi la realizzazione, perché diventa fondamentale catturare l’espressione giusta, il momento perfetto e incalzare il giusto ritmo. Quello che avviene in una gif o in un meme. La sensazione che si ha guardando questo video è di essere in balia di una scarsa connessione a ritmo di musica.

La rivoluzione ci viene raccontata da un imprenditore che si colloca a metà tra Leonardo Di Caprio in ‘The Wolf of Wall Street’ e Jim Carrey in ‘Una settimana da Dio’ (Jozef Gjura). ‘Vita dinamica, veloce, estetica, versatile senza gli orari, senza cucina’. Il futuro è a portata di click, come il pranzo, il lavoro, gli affetti e i nostri progetti.  La famiglia perfetta rappresenta il mondo patinato e piatto tipico dei classici spot pubblicitari anni 50/60, il cui sorriso e la cui posa plastica piano piano sembrano deformarsi diventando smorfie e caricature. Nella realtà invece, come hanno messo in evidenza alcuni media, l’eterno stagista è il vero protagonista (Elio) che prova a mettere in dubbio, in maniera garbata, simpatica, a tratti servile e mai aggressiva, questo sistema inattaccabile per i più , pieno di falle e di problemi di connessione. Man mano, senza nemmeno accorgersene, viene allontanato e infine si trova fuori dalla porta… ebbene, quando finalmente avrà capito che ciascuno è il protagonista della propria vita, saprà sicuramente reinventarsi e raggiungere il successo.

Quest’estate la band sarà live con ‘Ampore e rivoluzione tour’. Queste le prime date annunciate: il 29 giugno da Roma – Villa Ada Fest. A luglio, si prosegue il 5 a Bologna – Botanique, il 7 a Padova al Parco della Musica, l’8 a Milano al Carroponte, il 15 a Torino al Flowers Festival, il 16 a Genova al BalenaFestival, il 24 a Firenze all’Ultra Vox. In agosto, nuove tappe il 6 a Bergamo all’NXT Station, il 10 ad Acri  – Anfiteatro  (CS), il 20 a Lignano Sabbiadoro a Nottinarena.

 

Credit Photo: RKH Studio