Si intitola ‘Una sera’ (42 Records), il nuovo brano di Alessandro Fiori, seconda canzone estratta dal suo prossimo disco ‘Mi sono perso nel bosco’. Dopo ‘mami meglio’, l’artista toscano torna con una canzone che ha una storia particolare. Sono infatti passati da poco due anni da quando Alessandro ha suonato ‘Una sera’ per la prima volta, in pieno lockdown, in una diretta piano e voce che per qualche minuto ha fatto sentire tutti un po’ meno distanti, in quei primi giorni di incertezza e di chiusure forzate. Ed eccola ora nella sua versione definitiva, anche qui con un pianoforte a sostenere uno dei brani più sospesi dell’intero album, una canzone per nulla banale, in pieno stile Fiori.

‘Una sera’, come tutto il disco in uscita il prossimo 22 aprile per 42 Records, è stato prodotto da Giovanni Ferrario e Alessandro ‘Asso’ Stefana, mixato e masterizzato da Giacomo Fiorenza ed Enrico Capalbo.

Credit Photo: Silvia Facchetti

Una sera
Tornando a casa a piedi
Ripensavo alla nostra vita insieme
E ridevo, stavo abbastanza bene
La nostra vita insieme era così

Una sera
Salendo in ascensore
Riguardavo quegli occhi nello specchio
E ridevo risate senza voce
Della nostra vita insieme
Io non sapevo niente

Ho richiuso la porta dall’ingresso
Come un matto che accetta il suo mistero
Non capivo con quelle luci spente
Chi stesse decidendo la vita per noi due

Una notte
Seduto in fondo al letto
Mi toglievo la pioggia dalle spalle
Tu mi hai chiesto com’è che fosse andata
Ma stavi già dormendo
Dormivi da un bel po’

No non ti svegliare
Lascia stare che è meglio così
Anche se sto male
Io sto bene solo qui
Che a far l’artista per il tuo cuore
Mi sono garantito il pubblico migliore

Una sera
Tornando a casa a piedi
Ripensando alla nostra vita insieme
E ridevo, stavo proprio bene
La nostra vita insieme
Era così