Entro dolce, sa che
mi sento a casa, sa che
me ne andrò dolce, quando
sarà finito.
Il vero amore alla fine, ti troverà
più di quello, che mi mancava alla fine
ci troveranno.
Ti restava addosso il profumo di quel mare
con le emozioni che non posso più scordare
scivolano via, scivolano via
come note, le note di una canzone
Mentre prendo fuoco, lei si chiama agosto
mi fa tossire il cuore, poi sanguinare gli occhi
usiamo sedici muscoli per sorridere
il triplo se ci arrabbiamo
mi dici perché sei triste
Trasparenti dita che mi tengono incollato
calpestando una parola dietro l’altra, ahia
lavarsi nel buio l’uno per l’altra
quello che manca, mi dici perché sei triste.
Quello che manca, tu sei quello che manca
tu sei quello che manca, dentro di me.
Quello che manca, tu sei quello che manca
tu sei quello che manca, dentro di me.
Quando mi sale un nodo in gola so che nome ha
ma non so quando l’idea giusta mi accarezzerà.
Ti ho cercato dentro quello che poi non c’era
e sei mancato come il sole in quella bufera
E ho messo a tacere voci in fondo all’anima
Io da sola con me stessa che Dio solo sa
Quanto male ho combattuto, quanto ho temuto
di averti perso ancora prima di ritrovarti
Quello che manca, tu sei quello che manca
tu sei quello che manca, dentro di me.
Quello che manca, tu sei quello che manca
tu sei quello che manca, dentro di me.
Sono le mani intrecciate nel buio
treni veloci su un solo binario
il vento in un soffio mi porta da te
mmmh
Sei quello che manca, tu sei quello che manca
tu sei quello che manca, dentro di me.
Quello che manca, tu sei quello che manca
tu sei quello che manca, dentro di me.
Quello che manca, tu sei quello che manca
tu sei quello che manca, dentro di me.