Continua il viaggio de ‘Il Riff di Marco Mengoni’ dopo il debutto della seconda stagione che ha visto Lilli Gruber, Fabio De Luigi, Marco Missiroli e Gregorio Paltrinieri ospiti delle prime quattro puntate. Da domani, giovedì 10 febbraio, sarà disponibile su tutte le piattaforme streaming il quinto episodioin cui Mengoni incontra Pif, autore, conduttore televisivo e radiofonico, sceneggiatore e regista, diventato celebre per il suo primo programma ‘Il Testimone’.

I temi dell’ironia, della spontaneità e il non prendersi troppo sul serio, pur facendo cose molto serie, sono centrali in questa puntata. La necessità di aver qualcosa da dire alla base di qualsiasi forma artistica è un pensiero centrale nella vita di Pif. Tutto per lui nasce dalla curiosità, per poi passare attraverso diversi linguaggi per raccontare. Pif racconta di sé: la sua timidezza e quella sicurezza che, pur sembrando paradossale, ha trovato dietro una telecamera, diventata filtro e scudo. Partendo dall’ esperienza ‘sul campo’ di Pif con il suo programma ‘Il Testimone’, scorre il dialogo tra Mengoni e Pif sull’esigenza di raccontare storie vicine alla realtà attraverso un unico filtro, il proprio punto di vista, che rende tutto più vero, genuino. Si parla di mafia, tematica fondamentale nel corso della carriera di Pif. Si parla anche della sua Sicilia, una terra che dà tanto, ma tanto toglie e la cui bellezza indiscussa ha una funzione consolatoria e compensa i problemi esistenti. In chiusura di episodio Pif svela agli ascoltatori il suo Riff che è la pigrizia, nonostante lui si definisca “il pigro più attivo che esista”, una descrizione che Mengoni riesce a trasformare in poetica: secondo lui Pif non è pigro, ma è R&B…

‘Il Riff di Marco Mengoni’, partito nel 2019, è il primo podcast realizzato da un artista italiano. Nelle dodici puntate della prima stagione il cantautore indaga, chiacchierano insieme ai personaggi più vari, il significato di Riff: “Ascoltando tanta musica, ho iniziato a pensare alla potenza del riff, quando funziona e quando è fatto bene. Così mi sono chiesto: che cosa è un Riff nella vita di una persona? Una cosa che ti caratterizza, nella vita come nel lavoro, una costante che ognuno riconosce in sé stesso. L’ho chiesto prima di tutto a me -spiega Mengoni- e credo di aver trovato la mia risposta… poi mi è venuta voglia di chiederlo agli altri”.

Nella prima stagione il cantautore ha incontrato e chiacchierato con personaggi provenienti dai mondi più svariati: dalla politica al mondo dello spettacolo, dal digitale alla televisione, dallo sport alla scienza, tra i tanti Beppe Sala, Neri Marcorè, Antonio Dikele Distefano, Alessandro Cattelan, Vincenzo Mollica, Paolo Nespoli e Paola Cortellesi.