I Rumba de Bodas pubblicano il video di ‘Rimini Minivan’, fuori per la label italotedesca Rubik Media, secondo brano in italiano della band emiliano-romagnola che pesca elementi dal passato, tra synth anni ’80 e ritmiche anni ’90, con uno sguardo alle più moderne influenze della trap, tra fraseggi ed effetti sulla voce graffiante di Rachel Doe.

‘Rimini Minivan’ mostra due facce della stessa medaglia: da una parte le sonorità che subito fanno pensare alla festa, all’estate, alle luci neon di una gigante disco all’aperto, mentre il testo è autobiografico e mostra l’apatia individuale che accomuna la generazione dei millennials, la paura di restare soli, e al contempo di non sentirsi veramente compresi dagli altri, soprattutto in termini di mental health.

I Rumba de Bodas nascono a Bologna nel 2008 dall’incontro di un gruppo di compagni di scuola. Il  loro nome deriva dall’unione di due espressioni bolognesi: ‘rumba’, ovvero far rumba, far casino, e  ‘bodas’ che deriva dai matrimoni, spesso teatri delle prime esibizioni della band, e anche simbolo  del connubio tra i generi musicali con cui il gruppo sembra ancora oggi non riuscire a decidersi. Per  anni si esprimono prima per le strade cittadine, con un’attività di busking che li porta a girare e a ed esibirsi nelle piazze europee e italiane. Già nei primi anni della loro formazione iniziano a fare le  prime apparizioni in alcuni festival importanti del continente. Nel 2018 per la prima volta il gruppo esce dai confini Europei per una tournée in Corea del  Sud.

La formazione attuale comprende Rachel Doe alla voce, Kim Gianesini sax contralto, Mattia Franceschini alle tastiere e synth,  Pietro Posani alle chitarre, Giacomo Vianello Vos al basso e Alessandro Orefice alla batteria.

Quest’estate i Rumba de Bodas si esibiranno in Albania, Germania, Austria, Luxemburg, Francia, Svizzera e Italia.