Online il videoclip di ‘Westworld’ feat. Renato Caruso e Giulia Monti, il nuovo singolo del cantautore e sperimentatore milanese Marco Di Noia, estratto da ‘La sovranità dei robot’, l’ultimo Ep dedicato ai robot e suonato insieme a due dei più famosi robot del mondo: iCub e Teotronico.

Ispirato all’omonima serie televisiva e a ‘Il Mondo dei robot’, film di Michael Crichton del 1973, il brano ‘Westworld’ ospita un particolare esperimento di audio morphing tra le performance reali di Renato Caruso (chitarra acustica) e Giulia Monti (violoncello) e quelle virtuali di Ace of Lovers e Alberto Cutolo: un’idea del cantautore, per replicare in musica l’alternanza tra gli uomini e i loro cloni androidi, attorno a cui ruotano le fiction televisiva e cinematografica, a cui è dedicato il testo della canzone.

Il videoclip, curato dalla casa di produzione Millenari e dal gruppo Stardust, con la regia di Danila Cesile, è stato ripreso presso il villaggio Kayoka City del Pegaso Ranch e in altre location della provincia romana, già set di ‘Lo chiamavano Trinità’, omaggiato nel video insieme altri celebri film ‘western all’italiana’. Ideato da Marco Di Noia, con la consulenza alla produzione artistica dello storico discografico Mimmo Paganelli, il videoclip ospita il cammeo di Ermes Maiolica, presidente del DETA. Mentre, nei panni dell’antagonista, recita Alberto Cutolo, compositore musicale del brano.

“In questo videoclip ho voluto rendere omaggio agli ‘Spaghetti Western’ – afferma Marco Di Noia – aggiungendo quel tocco robotico, coerente con il concept dell’EP e con la fiction a cui è ispirato il brano. Per tale ragione, nel mio video d’ispirazione b-movie, le scazzottate e le pallottole sono state sostituite dagli ologrammi e dai raggi laser”.

Questa la track-list di ‘La sovranità dei robot’: ‘La sovranità dei robot’ (Feat. Teotronico), ‘Anakin Skywalker’, ‘Westworld’ (Feat. Renato Caruso e Giulia Monti), ‘Nexus 6 ‘Più umano dell’umano’’ e ‘Noi, Robot’ (Feat iCub) in 3D audio.

 

Photo credit: Serena Bertola