‘Boss (io & te) è il nuovo singolo di Epoque, il suo primo per Virgin Records (Universal Music Italia), accompagnato da un video ambientato nella città della rapper e cantante di origine congolese, Torino. Oltre a lei, protagonista delle immagini è un ragazzino che interpreta suo fratello minore. La canzone, infatti, racconta il rapporto di una ragazza con il suo fratellino: una dichiarazione d’amore in cui Epoque descrive le difficoltà di chi cresce senza agi in un quartiere difficile ma vuole garantire un futuro a un bambino che deve accudire perché i genitori sono assorbiti dal lavoro.

“Volevo parlare di tutte quelle ragazze e quei ragazzi che crescono più in fretta degli altri, lasciano la scuola per lavorare -spiega l’artista- sacrificano l’adolescenza per diventare adulti e assumersi responsabilità più grandi di loro. La vita di quartiere non è facile e per uscirne o sopravvivere, a volte, si fanno scelte sbagliate, affrettate o eticamente tormentate ed è da quel momento che si allontanano i sogni, le passioni, gli obiettivi. In altri casi non è così e ci sono molti giovani coraggiosi che combattono per guadagnarsi i soldi sufficienti per una vita ‘normale’ e per permettersi di poter fare le stesse scelte di qualsiasi altra persona”.

Il video, diretto da Federico Merlo e Simone Mariano, si apre e chiude con una grafica che omaggia ‘Fa’ la cosa giusta’, storico film di Spike Lee, regista di cui Epoque è grande fan.

Con la sua proposta musicale unica, Epoque si affaccia sul mercato discografico italiano e anche su quello internazionale sia grazie a un suono del tutto contemporaneo, sia grazie ai testi dei brani che scrive in lingua francese, italiana e lingala, idioma della Repubblica Democratica del Congo. In ‘Boss (io & te)’ Epoque canta e rappa su una produzione musicale afro contemporanea di Di Gek in cui batterie che richiamano le ritmiche zouk si fondono a chitarre, suonate dal musicista ghanese Joshua, che riprendono stili e melodie tipiche dell’Africa centrale e occidentale.

Janine Tshela Nzua, vero nome dell’artista di origine congolese, è nata a Torino e cresciuta tra Parigi e Bruxelles, prima di stabilirsi nel capoluogo piemontese, dove ha frequentato le scuole. Da sempre appassionata di musica, dopo l’incontro con Di Gek – producer e appassionato di musica africana, house e hip hop -, ha dato forma a un suo stile personale con sonorità afro in cui la melodia R’n’B si alterna al rap. I testi conscious, in cui mischia l’italiano con il francese e il lingala, uniti a un incontro tra musicalità e ritmiche afro, danno un respiro internazionale al suo stile.