Il nuovo video di L’Edera, ‘Asfalto’ (Romolo Dischi/Pirames International), è anche un video realizzato da Altalena Film sulle spiagge del Salento. Il singolo anticipa il secondo EP del giovane cantautore pugliese Alberto Manco.

“Giuseppe, un malinconico uomo di mezza età elegante e pacato – racconta L’Edera – arriva su una spiaggia desolata in inverno, con in mano una valigetta di pelle nera e sottobraccio un rotolo di carta contenente il suo progetto. Inizia a costruire qualcosa”.

Il video, realizzato da Altalena Film, collettivo di giovani filmaker salentini al loro esordio nella regia di un videoclip musicale, racconta l’incapacità del protagonista di sfuggire dalla sua comfort zone e di cambiare il suo status mentale: nel video lo vediamo ricostruire la sua stanza nei minimi particolari su una spiaggia, luogo che invece dovrebbe ispirare libertà. Ha difficoltà ad uscire dalle sue costruzioni mentali e, complice il finale ambiguo, lo spettatore non saprà mai se ci riuscirà o se verrà risucchiato da esse.

“‘Asfalto’ -spiega L’Edera- è una storia che accade nella periferia di qualcosa. Un po’ Anna e Marco ambientata in un libro di Palahniuk raccontata da Springsteen. Un attimo sporco di sabbia e carbone, una miniera di tempesta vista da dentro e un cielo di deserto visto dall’alto”.

La canzone, prodotta da Simone Sproccati e scritta dai fratelli Alberto e Giancarlo Manco, è una storia di crescita, di quella consapevolezza che si acquisisce quando sogni e speranze vengono disillusi e rimane solo il grigio con cui si inizia a convivere: un romanzo di formazione in tre minuti di musica. Il video di ‘Asfalto’ traduce in immagini il senso della canzone e mostra come diventando grandi si decreti la capacità di uscire fuori dagli schemi mentali e salvarsi, oppure rimanere intrappolati, soffocare e annegare.

 

Photo credit: Ettore Moncullo