E’ online il videoclip del singolo ‘L’invenzione del blues’ di Francesco Sacco, cantautore milanese che da anni lavora come compositore nella produzione di musica per marchi di alta moda e spettacoli teatrali. Il brano è estratto da ‘La voce umana’. Il videoclip, girato da remoto durante le prime settimane di lockdown in collaborazione con il videomaker Alessio Hong e la producer Isotta Fiorenzi, traduce in viaggio visuale l’anelito adolescenziale descritto nel testo: l’ossessiva ricerca di sé stessi e del proprio ruolo nel mondo. Così come l’introspezione può portare a perdere una visione chiara delle cose, così l’immagine nel video, riprodotta sullo schermo di un pc durante una videochiamata, viene ‘zoommata’ così tanto da diventare pixel, macchie di colore senza significato e irriconoscibili.

“‘L’invenzione del blues’ parla dei lunghi pomeriggi spesi in camera da letto giocando ad essere il re del blues BB King – racconta Francesco Sacco – fra le letture di mitologia e i testi esoterici di Aleister Crowley, la ribellione e i tentativi di inventare sé stessi: ‘L’invenzione del blues’ è un pezzo sull’adolescenza”.

Quanto a ‘La voce umana’, si tratta di un album scritto, composto e prodotto dallo stesso Francesco Sacco, registrato e mixato a Milano da Davide Andreoni e Giacomo Zambelloni presso ‘Everybody on the Shore’ e masterizzato da Maurizio Giannotti. Il titolo dell’album fa riferimento all’omonima opera teatrale di Jean Cocteau, le cui parole introducono questo disco e ne riassumono i temi principali: la ricerca di contatto, l’introspezione e la relazione.

Photo credit: Jacopo Brunello