Quante volte ho voglia di mollare, non sai quante,
Quante volte ho pianto dietro un sogno quante volte infranto,
Dire “madre, padre, potete star tranquilli
Per le care sorti dei vostri cari figli,
E intanto andare a dar le condoglianze ad un vicino,
Dare un po’ distratti la colpa ad un destino
Che beffardo in terra ti riporta verso il cielo,
Tanto il meteo ha detto che è sereno,
E chissà poi se è così, io non ci credo,
E poi non voglio altro qui se non ci sei
A dirmi ancora una volta:
Forza e coraggio,
Stanotte piove ma domani è maggio,
Non vorrai mica perderti la bella stagione,
Sarebbe un errore,
Forza e coraggio
Chi non inciampa mai non è mai saggio
Né lo diventerà.
Quante volte ho voglia di sperare non sai quante,
Ma a furia di sperare mi vien da disperarmi,
E il cuscino è l’unico che asciuga le mie lacrime con indifferenza
regolare,
E vado avanti così a non sentirmi più,
Se solo fossi qui, se solo fossi tu
A dirmi ancora una volta:
Forza e coraggio,
Stanotte piove ma domani è maggio,
Non vorrai mica perderti la bella stagione,
Sarebbe un errore,
Forza e coraggio
Chi non si arena mai non ha arrembaggio