Ehi mama, è tanto che non passi
Dimmi quando arrivi, vorrei tanto riabbracciarti
Ehi mama, sai quanto mi manchi
Resta tranquilla tu rimani ad aspettarmi
Ehi mama, ora ti rilassi
Facile cadere, faticoso rialzarsi
Ehi mama, chiuso con i grandi
Spero da là sopra c’è qualcuno che mi guardi

Ehi mama, mi aspetti sveglia a casa
Mi hai sbattuto fuori casa, le tue braccia, la mia casa
La mia faccia giù per strada, ho vissuto nel degrado
Ora la gente mi acclama ma non san come mi chiamo

Ma va bene così, pirata della street
Con l’equipe, One Piece
Ho sbattuto a terra il Nokia e squilla sempre fa “drin”
Non sono molto social, ho diviso in due la Sim
Il mio cervello va in tilt

Ehi mama, è tanto che non passi
Dimmi quando arrivi, vorrei tanto riabbracciarti
Ehi mama, sai quanto mi manchi
Resta tranquilla tu rimani ad aspettarmi
Ehi mama, ora ti rilassi
Facile cadere, faticoso rialzarsi
Ehi mama, chiuso con i grandi
Spero da là sopra c’è qualcuno che mi guardi

Ehi mama, non ci sto più dentro
Il mio amico è stato preso, io qua fuori sono perso
Ehi mama, non so cos’è successo
Tu che parli col silenzio e mi capisci con un gesto
Ehi mama, coca bianca come neve
Vado in sbatti quando bevo ma comunque ci sto bene
Ehi mama, ‘ste pute tutte sceme
Mowgli con le scimmie, mangio avanzi con le iene
Ehi mama, San Siro come Atlanta
San Siro, banlieue, Francia, mafia come il Sud Italia
Non respiro all’ora d’aria, ferite sulle braccia
Voglio morire con calma, lacrime tatuate in faccia

Ma va bene così, pirata della street
Con l’equipe, One Piece
Ho sbattuto a terra il Nokia e squilla sempre fa “drin”
Non sono molto social, ho diviso in due la Sim
Il mio cervello va in tilt

Ehi mama, è tanto che non passi
Dimmi quando arrivi, vorrei tanto riabbracciarti
Ehi mama, sai quanto mi manchi
Resta tranquilla tu rimani ad aspettarmi
Ehi mama, ora ti rilassi
Facile cadere, faticoso rialzarsi
Ehi mama, chiuso con i grandi
Spero da là sopra c’è qualcuno che mi guardi

Ehi mama, in grembo nove mesi
Chiedi cosa combino con 2 cell accesi
Ehi mama, non trovo più accessi
Dopo i primi guai, gli assistenti, poi processi
Ehi mama, dimmi a cosa pensi
Quando guardi il nulla penso spesso a che vorresti
Che tornassi quel bambino, dagli altri un po’ diverso
Mi ha reso cattivo senza che me ne accorgessi

Ehi mama, è tanto che non passi
Dimmi quando arrivi, vorrei tanto riabbracciarti
Ehi mama, sai quanto mi manchi
Resta tranquilla tu rimani ad aspettarmi
Ehi mama, ora ti rilassi
Facile cadere, faticoso rialzarsi
Ehi mama, chiuso con i grandi
Spero da là sopra c’è qualcuno che mi guardi