La settimana musicale del Blue Note prevede:

venerdì 6 dicembre, dopo il sold out del maggio scorso, tornano Folco Orselli & Pepe Ragonese con il loro mix equilibrato di blues e jazz e i brani tratti da ‘Storie e canzoni da MilanoBabilonia’: quartieri, profumo di città, storie epiche di notti infrante, un pentagramma strappato sul sedile dietro mentre la radio è spenta. Il suono della tromba di Pepe gonfia le vele delle barche di Folco. La destinazione, come sempre, è da stabilire in viaggio. (Ore 21.00 – 30/25 €)

Sabato 7 dicembre tornano in via Borsieri gli Italian Dire Straits, la miglior tribute band dei Dire Straits, che ha saputo conquistare fan in tutta Europa in poco più di 10 anni di attività con i suoi tour internazionali: hanno suonato anche nel celebre Hammersmith Odeon di Londra (oggi Eventim Apollo), dove si sono esibiti mostri sacri come i Beatles e i Queen, e i Dire Straits hanno registrato ‘Alchemy’. Per questa straordinaria occasione gli Italian Dire Straits presenteranno una serata con due spettacoli diversi, alle 21.00 e alle 23.30, ripercorrendo i brani più famosi della mitica band inglese. (Ore 21.00 – 33/28 €; ore 23.30 – 23/18 €; biglietto cumulativo, 2 spettacoli – 40€)

Domenica 8 dicembre il Blue Note di Milano accoglierà Allan Harris, cantante e chitarrista, erede di un’arte, quella dei crooner, che in passato ha prodotto grandi interpreti. Accompagnato da Shirazette Tinnin alla batteria, Arcoiris Sandoval al piano e da Nimrod Speaks al basso presenterà A Nat King Cole Christmas, un tributo a questo grande artista americano e al suo sterminato repertorio di brani che sono diventati classici del Natale. (Ore 21.00 – 32/27 €)

Mercoledì 11 dicembre il sassofonista inglese Christian Brewer, accompagnato dal Trio di Marco Marzola (con Nico Menci al pianoforte e Lele Barbieri alla batteria oltre al basso di Marco Marzola), proporrà un tributo alla musica di Duke Ellington e Billy Strayhorn, ripercorrendo le esperienze e riproponendo le sonorità di questi due giganti della musica mondiale: sarà una serata unica durante la quale gli artisti sul palco affronteranno i brani più celebri di Ellington e Strayhorn, che hanno di fatto contribuito a cambiare la storia della musica. (Ore 21.00 – 30/25 €)

Venerdì 13 dicembre, tra gli appuntamenti fissi del calendario del jazz club milanese lo spettacolo natalizio della Sorelle Marinetti, che si esibiranno con A Very Swinging Xmas, un concerto capace di calare il pubblico in un’atmosfera d’altri tempi con sketch, coreografie e aneddoti sul costume e la cultura degli anni 30: l’Italia dei nostri nonni che seppe trovare un motivo di sorriso e spensieratezza nelle ‘canzoni della radio’ in un momento tutt’altro che facile. Quest’anno il repertorio di Scintilla, Turbina e Elica Marinetti (al secolo Marco Lugli, Nicola Olivieri e Matteo Minerva) si arricchisce di nuovi brani fortemente ispirati alle feste più belle dell’anno. A sostenere le Sorelle canterine il quartetto jazz dell’Orchestra Maniscalchi. (Ore 21.00 – 32/27 €)

Sabato 14 dicembre sarà il turno dei Neri per Caso, gruppo a cappella famoso per essere in grado di sostituire e riprodurre in modo straordinario il suono di qualsiasi strumento musicale. Il sestetto, formatosi nel 1995, può considerarsi uno dei principali esponenti italiani di quello stile americano che affonda le proprie origini nel canto polifonico classico e nell’espressione dello ‘spiritual’ e del ‘gospel’ americano. Per l’occasione presenteranno i brani tratti dal loro ultimo album, ‘We love The Beatles’ (aprile 2019), tributo ai mitici quattro di Liverpool. (Ore 21.00 – 37/32 €; ore 23.30 – 27/22 €)

Domenica 15 dicembre via Borsieri accoglierà Fabrizio Bosso e il suo Spiritual Trio, uno dei progetti più interessanti e affascinanti del trombettista torinese, che ha così l’opportunità – insieme a Alberto Marsico all’organo e a Alessandro Minetto alla batteria – di rendere omaggio alla musica nera, declinata nella sua variante Gospel e Spiritual. Per festeggiare i 10 anni di sodalizio a dicembre 2019 uscirà il loro terzo album, ‘Someday’, caratterizzato da una ricerca musicale tra i brani che, pur non provenendo dalla tradizione Spiritual, possono essere reinterpretati in quella chiave e, soprattutto, essere apprezzati nella sonorità ormai inconfondibile del trio. (Ore 21.00 – 30/25 €)