Si è chiusa ieri, domenica 29 settembre, la terza edizione di ‘Piano City Palermo’ con oltre 40 mila presenze. Il festival di pianoforte è stato inaugurato da Davide Boosta Dileo venerdì 27 settembre che ha presentato un programma dal titolo ‘Il pianoforte e il 45 giri’. Sabato sera, invece, è stata la volta del pianista Rami Khalife che ha eseguito ‘Piano Veat’ di Cesare Picco e ‘Piano Remix’ di Painé Cuadrelli. Ieri sera in Piazza della Memoria concerto di chiusura intitolato ‘Butterfly Blues’, con musiche di Marco Betta, Fabio Lannino e Diego Spitaleri eseguite dagli stessi Marco Betta e Diego SPitaleri con testo narrato da Gigi Borruso.

Tra gli appuntamenti di rilievo che hanno animato la tre giorni palermitana dedicata al pianoforte: le albe di Davide Santacolomba al Porticciolo di Sant’Erasmo e di Massimiliano Carrieri nei Giardini della Cattedrale di Palermo, il ‘Piano Sleep’ di Massimiliano Viel nella Chiesa di Santa Maria dello Spasimo, l’omaggio ai Pink Floyd di Elpidia Giardina e quello ai Queen di Gabriele Baldocci, il boogie-woogie di Silvan Zingg, i concerti al Teatro Massimo e quelli incentrati sul tema ‘Romanticismo Fantastico’a cura del Conservatorio di Musica ‘Alessandro Scarlatti già Vincenzo Bellini’, oltre alle esibizioni di Francesco Parrino, di Giuseppina Torre e di Giacomo Cuticchio.

Credit photo: Luca Zavettiere