Franz Di Cioccio è tra le 100 icone della musica che hanno cambiato il nostro mondo” A dichiararlo è la rivista inglese ‘Prog Uk’. Nel numero speciale ‘Collectors Edition – 100th Issue’. Il frontman di Pfm è l’unico artista del mondo latino ad essere stato inserito nella prestigiosa classifica insieme a nomi del calibro di Brian Eno, David Gilmour, Frank Zappa, Peter Gabriel, Kate Bush, Paul McCartney, Ian Anderson, Mike Oldfield, Robert Freep, Alan Parson…

Franz Di Cioccio nasce a Pratola Peligna (Aq), sotto il segno dell’Acquario. Suona nella sua prima band a sedici anni e a diciassette fonda ‘I Quelli’. Diventa il session man più richiesto tra la fine degli anni Sessanta e i primi Settanta, suonando con grandi artisti dell’epoca (Battisti, De André, Mina, Celentano). Alla fine del 1970 Di Cioccio con parte dei Quelli, fonda la Premiata Forneria Marconi (Pfm) che diventa il punto di riferimento del rock italiano nel mondo. Franz Di Cioccio è l’ideatore del tour di Pfm con Fabrizio de André, da cui furono tratti i due album live “Fabrizio De André e PFM in concerto”, dischi che segnarono l’incontro tra la musica d’autore ed il rock.
All’attività di musicista affianca altri interessi. Autore e conduttore di programmi radio e televisivi, attore, compositore di musica per il cinema e la televisione (con l’amico Patrick Djivas ha composto la sigla del TG 5). E’ direttore artistico di tre etichette discografiche; Aereostella, FermentiVivi (di area rock) e Immaginifica (di area progressive) ed è impegnato come produttore discografico e scouting.
Da sempre difende i diritti per gli animali ed è testimonial della Fondazione Alzheimer Italia e di ISAL (contro il dolore).
Il 27 dicembre 2006, Franz Di Cioccio è stato insignito del titolo di Commendatore al Merito della Repubblica, onorificenza attribuita a personalità che si sono particolarmente distinte nel campo della scienza, delle lettere, delle arti e dell´economia. Di Cioccio inoltre è il primo artista dell´area rock a ricevere questo importante riconoscimento. L’attestato di Commendatore è stato consegnato il 20 aprile 2007.
Nel 2010 viene premiato dal Presidente della Provincia di Milano On. Guido Podestà con il Premio Isimbardi per meriti artistici e sociali.

 

(Credit photo: Emanuele Giacomini)