Blume, ‘Martedì’ (testo)

Fiori che fioriscono da un’altra parte Leggi il mio destino, sì, su queste carte Non ho più paura di vederti, no Non ho più paura di toccarti Fiori che fioriscono da un’altra parte Leggi il mio destino, sì, su queste carte Ma io non ho più paura di vederti Non ho più paura di toccarti