Roberto Bolle: “non potevo dire di no ad Amadeus”

Last Updated: 10 Febbraio 2024By Tags: ,

Sanremo

Roberto Bolle non poteva dire di no ad Amadeus. E’ lo stesso ballerino, ospite questa sera della finale del Festival, a spiegare che, nonostante gli impegni, “ho voluto assolutamente esserci. Sanremo è l’evento musicale più importante d’Italia e seguito in tutto il mondo. E’ una grandissima emozione esere qui, tornare al Festival. Quando Amadeus mi ha chiamato sono stato superfelice, ho detto immediatamente di sì. Ho detto ‘ci voglio essere'”.

L’OMAGGIO DELLA ROYAL OPERA HOUSE 

“Ho detto ci voglio essere anche se c’era un piccolo problema. Questa settimana è stata una settimana molto importante per me, ieri sera ho avuto lo spettacolo più importante di questa mia stagione artistica. Ero a Londra a ballare al Royal Opera House del Convent Garden. Sono stato celebrato per i venticinque anni come artista ospite del Royal Opera House. La prima volta che ho ballato al Royal Garden è stato nel ’99 con lo ‘Schiaccianoci’. Alla fine dell’esibizione è salito il direttore della compagnia a omaggiarmi. E’ stato un momento molto, molto speciale per me perchè non è usuale che un ballerino come ospite riesca a calcare un palcoscenico così prestigioso per venticinque anni consecutivi”.

STANCO MA FELICE

“Sono arrivato a Sanremo da pochissimo, ho dormito nulla, andrò a fare le prove, però non potevo dire di no ad Amadeus, non potevo perdere questa opportunità. Sanremo è un palcosenico straordinario per me che ho sempre creduto nell’importanza di portare la danza in luoghi speciali popolari, di portarla a un pubblico che sia il più grande possibile. E questo era il luogo, l’edizione per me da non mancare”.

AD APRILE IN PRIMA SERATA SU RAIUNO

“Stasera salirò sul palco portando un brano iconico della danza del ‘900 che non è mai stato fatto sulla televisione italiana. Sarà per me molto speciale portare un balletto che viene eseguito in repertorio normalmente alla Scala di Milano, all’Operà di Parigi, quindi nei grandi teatri ma anche nei luoghi più popolari. La danza torna progatonista di un evento musicale che è più importante d’Italia e seguito in tutto il mondo, quindi un posto assolutamente di prestigio e di onore”. E a questo porposito Bolle ha annunciato che il 29 aprile, nella giornata internazionale dedicata alla danza, sarà in prima serata su Raiuno.