Le ‘Due altalene’ di Mr.Rain

Last Updated: 4 Febbraio 2024By Tags: , , ,

Sanremo

Le ‘Due altalene’ di Mr.Rain. Il giovane cantautore bresciano, dopo il successo diSupereroi dello  scorso anno, si presenta quest’anno al Festival di Sanremo con un brano dal forte impatto emotivo.

di Daniele Rossignoli

Il giovane cantautore bresciano dopo il successo di ‘Supereroi’ dello  scorso anno, si presenta quest’anno al Festival di Sanremo con un brano dal forte impatto emotivo. ‘Due altalene’, come spiega Mattia Balardi, “è un insieme di storie che ho raccolto dopo ‘Supereroi’. Molti mi hanno scritto o contattato raccontandomi le loro storie personali che io ho racchiuso in questo brano”.

LA STORIA

Tra queste storie, spiega Mr.Rain, una in particolare è molto tragica. “Racconta di una perdita, una delle più forti ed emotivamente difficili da vivere e superare. Un genitore che perde i suoi due bambini tragicamente. Ci ho messo dei mesi a scrivere questa canzone. Ho raccolto le testimonianze di storie molto forti che mi hanno fatto crescere”.

DOPO ‘SUPEREROI’ UN ANNO INCREDIBILE

Dopo il successo della scorsa edizione del Festival Mr.Rain non nutre particolari aspettative da questo suo ritorno. “E’ stato un anno incredibile -ricorda- sono stato due volte dal Papa. Ho tradotto in spagnolo ‘Supereroi’. Ho fatto un tour memorabile, conclusosi a novembre al Forum di Milano. Non mi sono fermato un attimo e quando a Natale avevo cinque giorni liberi ho avuto la febbre”. E per quanto riguarda ‘Due altalene’ “non vado a Sanremo per fare una gara. Ci sono tantissimi ‘artistoni’ e la mia missione è quella di entrare nel cuore della gente con questa canzone. Non vado al Festival per fare un incontro di box con gli altri cantanti. Ci vado per ampliare il mio progetto”.

CONTRARIO AI MESSAGGI NEGATIVI

Con le sue canzoni Mr.Rain cerca di portare positività, di non lasciarsi andare a messaggi negativi che possano influenzare i giovani. “Come tutti i ragazzi della mia età anch’io avevo i miei cantanti preferiti e cercavo di imitarli, anche nelle fasi più negative. Ho sempre cercato di assomigliare a Eminem sbagliando. Adesso cerco di non dare il cagttivo esempio. Cerco sempre di non influenzare negativamente i tanti giovani che mi seguono. Oggi sento il dovere di dare un contributo a chi mi ascolta. Se posso far sentire meno solo qualcuno raccontando delle mie esperienze personali è il mio punto di forza. Faccio musica per raccontare. L’importante sono le cose che racconto che fanno passare in secondo piano la musica. faccio quello che mi sento di fare e ne vado fiero.

DOPO SANREMO UN NUOVO ALBUM E DUE CONCERTI

E dopo il festival Mr.Rain pubblicherà il 1 marzo il nuovo album “a distanza di due anni dall’ultimo. Sarà un disco molto vario dove spazierò nel mondo musicale”. Intanto Mr.Rain lo studio dello spagnolo perchè, spiega “dopo aver tradotto e inbterpretato ‘Supereroi’ vorrei realizzare anche un album in spagnolo”. A novembre due concerti attendono il cantautore bresciano: il 26 al Palazzo dello Sport di Roma e il 30 al Mediolanum Forum di Assago (Milano).