La quarta volta di Diodato all’Ariston

Last Updated: 4 Febbraio 2024By Tags: ,

Sanremo

La quarta volta di Diodato all’Ariston. Il cantautore torna al Festival di Sanremo con il brano ‘Ti muovi’, che lui stesso ha scritto e composto e del quale firma la produzione artistica con Tommaso Colliva. Una ballad intima, piena di emozioni. Un viaggio interiore che vuole di raccontare verità intime, lasciarsi guidare dai moti dell’anima e catturarne ogni essenza.

LA VITTORIA NEL 2020 CON FAI RUMORE

L’artista che ha vinto nel 2020 e ha ottenuto un triplo platino con Fai Rumore è stato tra gli artisti più premiati del 2020, vincendo anche il Premio della critica Mia Martini Sanremo 2020 e il Premio Sala Stampa Radio Tv e Web Sanremo 2020. Nello stesso anno si è aggiudicato anche il Premio Lunezia, il premio David di Donatello 2020, i Nastri d’Argento 2020 e il Ciak D’Oro del pubblico 2020 con il brano ‘Che vita meravigliosa’ (disco d’oro) come ‘Migliore canzone originale’.

AL CINEMA CON ‘LA MIA TERRA’

Per Diodato è appunto la quarta volta sul palco dell’Ariston dopo la partecipazione nel 2014 con il brano ‘Babilonia’, nel 2018 con ‘Adesso’ insieme al trombettista Roy Paci, dopo esser stato ospite nel 2019 nella serata cover con Ghemon e i Calibro 35 sulle note di ‘Rose Viola’ e dopo aver trionfato nel 2020, appunto, con ‘Fai Rumore’. Attualmente è nelle sale cinematografiche con il brano ‘La mia terra’, parte della colonna sonora del film Palazzina Laf, diretto da Michele Riondino con cui condivide la direzione artistica dell’Uno Maggio Taranto Libero e Pensante. Il brano, inoltre, è candidato al Ciak D’Oro per la categoria Miglior Canzone Originale.