Ora che stare insieme è reatoNon ho mica capitoChe nome dare alla mia solitudineQualcuno me lo ha già consigliatoÈ un gesto verso lo statoDiciamo pure uno stato di gratitudineChe tempi strani che mi bruciano le maniChe mi chiudo dentro casa per sperare in un domaniChe non puoi darmi un bacio sulla bocca senza riempirti di interrogativiE i giorni allegri sembrano così lontaniQuegli abbracci spensierati che scambiavo con gli estraneiQuando pensavo che bastasse un po’ d’amore a cancellare tutti i nostri mali
E invece cos’èAdesso cos’è
Questa paura che mi chiude in gabbia e che mi fa pensareA quanto fosse tutto così folleTutto così specialeAvrei dovuto darti un altro bacioE dirti, “Aspetta che ritorni il sole”Invece di lasciarti andare viaInvece di lasciarti andare
Ma ora che la mia casa è splendenteQuesto disinfettanteVorrei potesse disinfettarmi la mentePer avere tutto quanto più chiaroTutto così evidenteDa poter dire di essere stato un deficienteChe tempi strani, ho due buchi nelle maniDa cui scorrono via i sogni che ho difeso fino a ieriLi lascio uscire come figli per il mondoChe almeno loro forse sanno dove andareE ogni finestra sembra un quadro sempre ugualeDa cui guardo il mondo fermo che non posso più toccareE io che speravo che bastasse un po’ d’amorePer non sentire più nessun dolore
E invece cos’èAdesso cos’è
Questa paura che mi chiude in gabbia e che mi fa pensareA quanto fosse tutto così folleTutto così specialeAvrei dovuto darti un altro bacioE dirti, “Aspetta che ritorni il sole”Invece di lasciarti andare viaInvece di lasciarti andare
E se ho paura adessoPersino di pensareÈ perché so che ciò che ho perso era specialeCosì speciale