Gianluca Grignani in gara a Sanremo con ‘Quando ti manca il fiato’

Last Updated: 5 Febbraio 2024By Tags: ,

Sanremo

Gianluca Grignani in gara al Festival di Sanremo con il brano ‘Quando ti manca il fiato‘. Nella serata di venerdì 10 febbraio, dedicata alle cover, duetterà con l’amica e collega Arisa portando sul palco ‘Destinazione Paradiso‘, brano, rimasto nella memoria di più generazioni, che Grignani presentò al Festival nel 1995. Dirige l’orchestra per Gianluca Grignani il Maestro Enrico Melozzi, che ha cofirmato con il cantautore il brano ‘Quando ti manca il fiato’.

LA COPERTINA

La foto della copertina è stata scattata da SteBrovettoPh. Grafiche Francesco Farina. Gli outfit di Gianluca Grignani al Festival di Sanremo sono firmati John Richmond. Tra gli artisti in gara al Festival di Sanremo 2023, Grignani è uno dei più ascoltati su Spotify dove conta oltre 3.500.000 ascoltatori mensili, risultato dovuto anche al grande successo che il cantautore riscuote nei paesi dell’America Latina (la versione spagnola de ‘La mia storia tra le dita’, per esempio, vanta quasi 250.000.000 di stream).

IL RITORNO AL FESTIVAL

Il cantautore elettrico torna sul palco del Teatro Ariston dopo averlo calcato per 6 volte in gara e 2 volte in qualità di ospite. Nel 1995 partecipa nella categoria Nuove Proposte con il brano ‘Destinazione paradiso’. Nel 1994 era stato già presentato alle selezioni di Sanremo Giovani con il singolo ‘La mia storia tra le dita’. E’ in gara nel ’99 nella sezione Big con ‘Il giorno perfetto’. Due anni più tardi, nel 2002, è al Festival di Sanremo con ‘Lacrime dalla Luna’, mentre nel 2006 presenta il brano ‘Liberi di sognare’.
Calca il palco del Teatro Ariston esibendosi nel 2008 con il brano ‘Cammina nel sole’. Nel 2015 con ‘Sogni infranti’. Torna a Sanremo nel 2008 nella serata dei duetti con Pierdavide Carone con ‘Nanì’, prodotta e diretta da Lucio Dalla. A febbraio 2022 è al fianco di Irama con cui duetta sulle note di ‘La mia storia tra le dita’.
Ha all’attivo dieci album di inediti. Il suo singolo ‘La fabbrica di plastica’, contenuto nell’album omonimo del 1996, che è stato recentemente celebrato con un grande concerto al Fabrique di Milano, è stato decretato da un sondaggio della rivista Rolling Stones Italia (2016) miglior brano rock italiano di sempre.