Salvati fino a che sei ancora in tempoC’è una musica terribile ed il bere fa spaventoSe vedessi il tuo imbarazzo, è un’insegna luminosaCon la scritta ciao
Esco da una storia disastrosaE vorresti risentire la tue pelle che ti tremaE poi pender dalle labbra di qualcunoCome fossi una cazzo di altalena (yeh)Però il tuo equilibrio ha sempre fatto pena (pena)E poi lo sai che ti risveglierai col culo freddo e il mal di schiena
E farà schifo casa suaMa che brutto arredamentoChe di quel letto fatiscente forse era meglio il pavimentoMi hai preso la saliva per metterlaSu un francobollo e spedirti l’autostimaAlla persona che eri primaE fuggi dai discorsi pesanti come i mattoniCrescere vuol dire adattarsi mica, rompersi i coglioniMa col tuo cuore di ghiaccio non ci si può confondere (no)Davvero pensaci di scegliere invece di sciogliere?
Dopo quelli del disagioE quelli dell’incoscenza, arrivano per tuttiGli anni della resistenza, oh-oh, oh-ohE se la tua ribellione non ha date di scadenzaÈ perché fai già parteDegli anni della resistenza, oh-oh, oh-oh
L’ennesima crisiDei tempi moderniDi là si combatteDi che ti lamentiDove stai andandoSe hai perso la metaNel cielo feritoLa bomba cometaRiprendi le forzePer quanto ti pesaL’età dei rimpiantiVorrebbe la resaPerò per sognareNon è ancora tardiPerché se ci crediMagari ti salvi
Dopo quelli del disagioE quelli dell’incoscenza, arrivano per tuttiGli anni della resistenza, oh-oh, oh-ohE se la tua ribellione non ha date di scadenzaÈ perché fai già parteDegli anni della resistenza, oh-oh, oh-oh
E ancora rischiare, provare a cambiareTirare a cantare, cercare di amare, ignorarne l’assenzaNegli anni della resistenza, oh-oh, oh-ohGli anni della resistenza, oh-oh, oh-ohGli anni della resistenza, oh-ohGli anni della libertà