(di Daniele Rossignoli)
Il Comune di Milano cerca spazi da destinare alla musica. Lo anticipa a Il Mohicano il sindaco Giuseppe Sala: “stiamo riflettendo sulla possibilità di trovare spazi gestiti dal Comune che possano essere messi a disposizione della musica” spiega a margine della presentazione della nuova edizione di Milano Music Week che si terrà dal 21 al 27 novembre prossimi. Tra questi spazi potrebbe rientrare anche lo stadio di San Siro che sembra invece destinato ad essere demolito per far spazio ad un nuovo impianto. “Io -precisa Sala- non ho nulla in contrario a chi può avere l’intenzione di gesgtire San Siro, però bisogna trovare qualcuno che accetti di firmare oggi un accordo a partire dal 2028 e per dieci anni. Se lo troviamo va bene”.
Tornando alla Milano Music Week per il sindaco “è una grande opportunità per la città perchè l’industria musicale, con tutto quello che ne consegue, è molto milanese e perchè i giovani milanesi hanno una grande passione per la musica. Inoltre -aggiunge- dai dati che abbiamo in mano riguardanti la passata edizione abbiamo riscontrato che tra i ragazzi che vengono a questi eventi moltissimi sono provenienti dalla provincia. Questa è una cosa molto buona perchè ricongiunge Milano con i comuni limitrofi e magari fa conoscere Milano a questi ragazzi in maniera diversa. In questo momento -sottolinea- c’è ranto bisogno di eventi in cui si possa stare insieme in maniera ordinata e che permettano di andare anche al di là delle polemiche degli ultimi gironi su quanto accaduto a Modena. Ormai si parla solo del decreto anti rave e penso che la sinistra non debba lasciare alla destra il tema della sicurezza ma debba affronbtarla. Certamente però -conclude- non con queste modalità”.