Chiamami, chiamami
magari il mondo tra mezz’ora scompare
parlami, parlami di quando il tempo lo sapevi amare davvero
cercami cercami, mi riconosci in mezzo a tutta la gente distratta
pensami pensami mentre la notte viene uccisa dall’alba e tu non ci sei
Ci siamo persi ormai ma non cambia niente
so che ritornerai come fai sempre

ho superato le onde di un mare che a volte mi butta giù
per ritornare nel punto dove incontrarti e non c’eri più

ho conosciuto le bombe, lo iodio l’inverno la schiavitù
ma c’eri sempre tu che mi tenevi su

Trovami trovami in una vecchia foto che ti commuove
cadimi cadimi addosso come il muro l’89 davvero
piovono piovono messaggi di propaganda sta attento a non leggerli
scriverò scrivere una canzone per gridare la parola proteggimi

ho superato le onde di un mare che a volte mi butta giù
per ritornare nel punto dove incontrarti e non c’eri più
ho conosciuto le bombe, lo iodio l’inverno la schiavitù
ma c’eri sempre tu che mi tenevi su
Già, come fai sempre

Mentre nascondo la rabbia lo specchio mi guarda senza pietà
mi servirebbe soltanto un abbraccio uno slancio d’umanità
ho conosciuto le bombe, lo iodio l’inverno la dignità
ma sono ancora qua, qua per dirti

Chiamami Chiamami

""