Con ‘Paolo il ferroviere’, interpretata al pianoforte, l’allievo di Paolo Conte, Enrico Giaretta, ha conquistato Parigi. Accompagnato da Olen Cesari al violino, si è esibito al teatro Salle Gaveau. Proprio da Parigi è partito il tour europeo di Enrico Giaretta, ribattezzato il ‘cantaviatore’ per la sua doppia professione di cantautore e pilota di aerei. Enrico Giaretta e Olen Cesari sono stati ospiti di Guo Gan, grande maestro esecutore di uno strumento tradizionale chiamato erhu, un violino cinese a due corde. Ad applaudire in platea, tra le tante personalità arrivate anche dalla Cina, c’era il pianista di fama mondiale Lang Lang. ‘Paolo il ferroviere’ è un pezzo portafortuna per Giaretta. La carriera del cantautore di Latina decollò proprio quando, dopo aver ascoltato il pezzo omaggio dedicato al maestro, Paolo Conte in persona scrisse su un foglio “Finalmente ho trovato un allievo”.

Oltre a ‘Paolo il ferroviere’, Giaretta e Cesari hanno interpretato nel tempio della musica classica parigina anche ‘O sole mio’ in una versione inedita e ‘Mo li hua’ di Guo Gan. “Parigi è un luogo sacro per la cultura e la musica -sottolinea Giaretta- Conte iniziò proprio da lì, ed io a 52 anni credo di avere la giusta maturità per affrontare un percorso artistico fuori dall’Italia, ripartendo proprio dalla Francia” per un tour che lo vedrà protagonista in Europa, toccando anche qualche paese oltreoceano.