Sono passati ormai dei mesi da quella sera
La distanza fra di noi che cresceva
Ricordo ancora perfetta la tua forma buia
Nella mia testa e sull’asfalto come un ombra
Un bicchiere dopo l’altro nuoto sul fondo
Cercando quella forma tua nel profondo
È strano sai come veloci si cambia

Non odiarmi sai
Se mi guardo allo specchio
non son più lo stesso
O quello che piaceva a te
Non pensarmi mai
Se mi guardo allo specchio
Non son più lo stesso
Non son più lo stesso

Tra i miei pensieri e dell’inchiostro in questa penna
Mi perdo tra i soliti dubbi anche stasera
E non ordinarmi se l’ho scritto in una strofa
Ti giuro che mi serve più dell’aria
È strano sai come veloci si cambia
E ti giuro che su noi ci scommettevo ancora
Ed ora che sei solo un ricordo
Una macchia sopra questo foglio

E so che starai male, eh
Quando mi sentirai cantare
È solo sangue sputato sopra dei fogli sparsi
E so che lo farai, ma non ti devi preoccupare perché
So che starai male, eh
Quando mi sentirai urlare ma sono solo
Dei sentimenti sparsi di qualcosa che non vedi
Suonavan così bene sopra questi accordi
Non credi?

Non odiarmi sai
Se mi guardo allo specchio
non son più lo stesso
O quello che piaceva a te
Non pensarmi mai
Se mi guardo allo specchio
Non son più lo stesso
Non son più lo stesso

So che starai male, eh
So che starai male, eh
Ma sono solo dei fogli sparsi
E so che lo farai
Ma non ti devi preoccupare perché
So che starai male, eh
Ma sono solo, eh
Dei sentimenti sparsi di qualcosa che non vedi
Suonavan bene sopra questi accordi
Non credi?