Milano, 25 luglio 2022 (IL MOHICANO-MM) – A 29 anni dal tragico attentato mafioso di via Palestro, dove l’esplosione di un’autobomba provocò la morte di cinque persone e rase al suolo il muro esterno del Padiglione d’Arte Contemporanea, l’Amministrazione comunale e l’artista Maurizio Cattelan promuovono ‘Ninnananna’, un concerto gratuito di musica classica, ospitato nella cornice del Cimitero Monumentale.

Mercoledì 27 luglio, a partire dalle ore 21,30, di fronte all’Ossario Centrale, l’ensemble vocale e strumentale laBarocca dell’Orchestra Sinfonica di Milano eseguirà en plein air, sotto la direzione di Ruben Jais, il celebre Requiem in Re minore K 626 di Wolfgang Amadeus Mozart, in una nuova versione con orchestrazione dei numeri finali di David Del Puerto (durata 50 minuti).

Il progetto, reso possibile grazie al sostegno di A2A, nasce dalla volontà di non dimenticare la strage compiuta da Cosa nostra a Milano il 27 luglio 1993 e di rendere omaggio alla memoria delle cinque vittime, i vigili del fuoco Carlo La Catena, Sergio Pasotto e Stefano Picerno, l’agente di polizia municipale Alessandro Ferrari e il venditore ambulante Moussafir Drissalle.

Il concerto rientra infatti nel più ampio impegno legato alla commemorazione del vile attentato mafioso, avviato il 30 marzo scorso con la presentazione, nella sala del Tempio Crematorio del Monumentale, di Lullaby, l’opera realizzata da Maurizio Cattelan nel 1994. Dopo l’esplosione di via Palestro l’artista ha recuperato presso una discarica le macerie del PAC e le ha poi raccolte in quaranta sacchi di plastica stoccati su due pallet da cantiere. Fino al 6 novembre 2022, l’opera, donata da Cattelan alla città di Milano per via del suo significato, resterà esposta al Monumentale, per poi entrare a far parte della collezione permanente del Museo del Novecento. (IL MOHICANO-MM)

Credit Photo: Ipa Agency