Milano, 18 lugilo 2022 (ILMOHICANO-MM) – Quattro giorni no-stop immersi nella natura, tra i boschi nel cuore del Piemonte. Un viaggio tra suoni, tempi, stili e movimenti per riscoprire la bellezza della condivisione e dell’essere comunità. Dal 21 al 24 luglio nell’ Area Naturalistica Pianezze di Vialfrè torna ‘Apolide Festival’, incastonato nel verde del Canavese, tra Torino e Ivrea. Ideato e promosso da To Locals, dal 2019 in collaborazione con Associazione Culturale Hiroshima Mon Amour, Apolide Festival quest’anno riprende la sua struttura originale: tre palchi (Main stage, Boobs stage e Soundwood stage) ospitano una proposta di live, dj set e performing arts con oltre 250 artiste e artisti coinvolti:dai Subsonica Cosmo, da Venerus ai Calibro 35 si affiancano alle realtà più interessanti e innovative del panorama nazionale e internazionale come Epoque, Catu Diosis from Nyege Nyege, LNDFK, Meskerem Mees, Hôy La, Ceri, Pufuleti, Emma Nolde e Go Dugong. A questa si aggiungono performance teatrali e di circo contemporaneo, nonché gli incontri de ‘Il salotto di Ava’, uno spazio inclusivo nel quale la drag queen Ava Hangar dialogherà con gli ospiti del festival.

Ilo festival preee inoltre speciali workshop creativi (pirografia e stampa in 3d e fibre naturali, creazione di cartoline e di sketchbooks), una Sport Arena dove praticare le attività più disparate, dall’aikido all’ecoskate – affiancato a laboratori per la creazione di tavole da skateboard riciclando tappi di plastica – passando per slackline e ultimate frisbee. E ancora, in collaborazione con la Travel Company Verticalife, escursioni a piedi o in e-bike, parapendio, passeggiate per famiglie alla scoperta delle bellezze incontaminate del Canavese, con il Monte Bianco a fare da magico sfondo. Alle famiglie Apolide dedica poi un apposito Family Lab: un’area in cui lasciare i propri figli in mani sicure tra letture ad alta voce, laboratori di maschere di cartone, yoga e danze, tutto a misura di bambino.

Anche l’area camping si adatta alle diverse esigenze del pubblico del festival, suddividendosi in cinque zone: il Joongla Camp per chi ha più voglia di divertirsi, il Quiet Camp per chi preferisce la tranquillità, il Van Camp per chi vuole dormire sul proprio mezzo a 4 ruote, il Family Camp dedicato appositamente alle famiglie (con servizi annessi) e per la prima volta  il Glamping per chi non rinuncia a una maggiore comodità.Non poteva poi mancare una vera e propria oasi di benessere, il Relax Garden, perfetta per regalarsi momenti di pace scegliendo tra diverse tipologie di yoga, pratiche energetiche, meditazione e shiatsu, tutto accompagnato da professionisti.

A completare l’offerta di Apolide, l’area market con prodotti artigianali e unici e l’area food & beverage pronta a soddisfare ogni tipo di palato, esigenza e intolleranza alimentare. L’area ospita anche due laboratori per bambini a tema cibo, proposti da Pasticceria Pitti e Fattoria Roggero, dedicati ai mestieri del pasticcere e dell’apicoltore in collaborazione con Slow Food Piemonte e Valle D’Aosta. Per gli amanti del vino, in programma tre degustazioni condotte da Fabrizio Gallino – Enofaber, collaboratore della Guida Slow Wine e della Banca del Vino di Pollenzo, nei pomeriggi di venerdì sabato e domenica alle ore 17.30. Un viaggio tra vitigni senza patria e senza confini, presenti ad ogni latitudine. Cabernet Sauvignon, Riesling, Syrah, Merlot sono solo alcuni dei vitigni proposti per un confronto tra bicchieri alla ricerca di analogie e differenze come diretta espressione del carattere del terroir. (ILMOHICANO-MM)

Credit Photo: Ljuisa Romussi